arte

Le cappelle nobiliari al cimitero monumentale di Palazzolo

Non un cimitero come altri, ma un luogo legato alla memoria, al ricordo e all’arte. E’ un percorso tra antiche tombe ricche di storia il cimitero monumentale di Palazzolo, sorto intorno al 1889. Notevoli le opere di scalpellini locali che hanno creato autentici gioielli di pietra per decorare delle tombe e delle cappelle gentilizie di antiche famiglie nobiliari. Moltissimi sono i motivi in stile “Liberty” presenti tra le cappelle dell’antico cimitero.

Una delle cappelle nobiliari del cimitero di Palazzolo

Infatti alla fine del 1800 il cimitero “vecchio”, che sorgeva nella zona di Colleorbo, fu abbandonato per essere trasferito in una zona ritenuta più idonea, all’ingresso del paese. Da qui l’inizio dei lavori. Percorrendo il cimitero si possono ammirare l’antica cappella Musso, la cappella Messina di Bibbia, la cappella Messina-Mazzarella, l’antico orologio solare. Le cappelle gentilizie, i mausolei, le cappelle borghesi, i monumenti, le semplici sepolture sorgono lungo le mura di cinta, mentre le sepolture semplici fiancheggiano i viali.

Un'altra cappella nobiliare del cimitero di Palazzolo

Tra le opere più importanti ci sono le sculture e i bassorilievi dei Giuliano, di Gibilisco, Storaci, le opere in cemento di Moschetti, i fregi e i preziosi intagli di Garofano, Buccheri, Talleri, Greco.

Un autentico capolavoro d’arte per cui vale la pena visitarlo.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Le cappelle nobiliari al cimitero monumentale di Palazzolo ultima modifica: 2017-11-10T17:33:00+00:00 da Federica Puglisi

Commenti

commenti

To Top