curiositá

Centro studi iblei, un luogo per valorizzare il territorio

Cropped Libri Centro Studi.jpg

Un centro per lo studio, valorizzazione e divulgazione del patrimonio culturale, naturalistico, archeologico, storico, artistico, etnoantropologico del territorio ibleo. Non un museo, né un sito istituzionale, ma un luogo nato dalla volontà di due palazzolesi di far conoscere e tutelare il territorio. Vedrà presto la luce in via Lombardo l’Associazione Culturale “Centro studi iblei”, un luogo che sarà aperto a quanti vorranno saperne di più della storia di Palazzolo e non solo. L’allestimento del Centro si ispira alla storia della famiglia Caligiore, come esempio della tipica famiglia palazzolese che Antonino Uccello ha studiato e documentato e i cui oggetti e memorie, sono presenti  alla Casa-museo.

Postazione Centro Studi iblei a Palazzolo
I computer presenti nella sede del Centro studi di Palazzolo

Un centro studi per studenti e turisti

Il centro sarà aperto gratuitamente a tutti: cittadini, studiosi, studenti e turisti. Un’idea ambiziosa nata già vent’anni fa quando Andrea Latina ha realizzato il sito internet sulla Casa-museo di suo zio Antonino Uccello. Successivamente, nel 2003, è nato il progetto relativo al “Centro Studi Iblei”, associazione della quale è presidente. Da febbraio, Andrea e la compagna Roberta Malignaggi stanno lavorando alla sistemazione dei locali, dal restauro alla realizzazione di appositi spazi espositivi. La sede, infatti, già raccoglie molto materiale. L’obiettivo è quindi quello di avviare collaborazioni con enti pubblici e privati, associazioni locali e non, per il conseguimento delle finalità culturali, etiche e sociali.

Un sistema multimediale di facile accesso

Non solo un luogo fisico ma un luogo da raggiungere anche in rete. Infatti, come spiegano i promotori, “con l’ausilio della potenza e della flessibilità propri dei mezzi informatici, il Centro Studi Iblei mette a disposizione dei visitatori un avanzato sistema multimediale che offre – tramite testi, immagini, video, foto, audio – un percorso di navigazione articolato su più livelli e visite virtuali dei beni archeologici, artistici, etnoantropologici, storici, naturalistici presenti nella zona Iblea”.

Alcuni quadri di famiglia al Centro Studi Iblei di Palazzolo
Al centro studi ci sono anche alcuni quadri di famiglia

I servizi che il Centro studi offre

Inoltre si sta realizzando una biblioteca sia cartacea che multimediale specializzata in testi archeologici, artistici, etnoantropologici, storici, naturalistici sulla zona Iblea e sulla Sicilia. A tale proposito un altro ambizioso obiettivo che il Centro Studi Iblei vorrebbe raggiungere è un collegamento telematico della biblioteca del Centro Studi Iblei con gli OPAC (On Line Public Access Catalog). Ci saranno una fototeca, videoteca, audioteca sulla zona Iblea.

Utensili Centro Studi iblei di Palazzolo
Utensili della vita contadina custoditi al centro studi

Un sistema di rete sulla zona

Un network di siti internet e portali relativi all’informazione turistica e ai prodotti tipici della zona iblea. In questo modo si punta a proporre pacchetti turistici (comprensivi di visita al Centro Studi Iblei, visite guidate ed escursioni a Palazzolo Acreide e nei territori circostanti, gastronomia tipica, soggiorno) per un turismo di qualità e, soprattutto, una costante valorizzazione del territorio palazzolese e ibleo.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.
Centro studi iblei, un luogo per valorizzare il territorio ultima modifica: 2019-09-18T10:54:30+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top