Concerie di Palazzolo, due giorni per scoprirle - itPalazzoloAcreide

itPalazzoloAcreide

eventi luoghi di interesse memoria natura

Concerie di Palazzolo, due giorni per scoprirle

Dettaglio concerie di Palazzolo

Un luogo riscoperto che nasconde ancora tutto il suo fascino. Di cosa stiamo parlando? Delle concerie di Palazzolo Acreide, un sito tutto da scoprire. Nelle scorse settimane è stato effettuato un lungo intervento che ha permesso di recuperare dall’oblio questo luogo e dall’abbandono in cui si trovava. Le concerie di contrada Fontanasecca, a Palazzolo Acreide, sono state rese fruibili dai volontari di Natura Sicula con il contributo e la collaborazione dell’amministrazione comunale.  E adesso sono in programma due giorni di appuntamenti e di visite guidate alla scoperta di questo luogo.

Le concerie di Palazzolo, cosa sono

Si tratta di una decina di ambienti rupestri, di varie forme e dimensioni, con vasche circolari, quadrate e rettangolari, talvolta comunicanti tra loro. Dagli anni Sessanta in poi, iniziati i lavori di costruzione del soprastante viadotto, le concerie risultavano, oltre che abbandonate, occultate dalla vegetazione spontanea e coperte da materiale di risulta. Furono attive fino alla fine dell’Ottocento. Esse si trovano alla periferia di Palazzolo Acreide, nella zona di San Paolo, sotto il ponte che collega la parte bassa del paese con la Maremonti. Sono cunicoli che danno accesso alle antiche concerie, databili con ogni probabilità al periodo medievale. Dodici sarebbero queste piccole porte, in effettiva attività solo cinque e che un tempo erano alla base dell’economia locale per la concia delle pelli. “Si aggiunge – spiegano il vicesindaco Maurizio Aiello e Fabio Morreale di Natura Sicula – un altro tassello alla grande offerta di turismo naturalistico del nostro territorio. 

Le Concerie di Palazzolo
Il sito verrà aperto in questo fine settimana

Gli appuntamenti per riscoprire le concerie

E in occasione di questo appuntamento è possibile organizzarsi e raggiungere Palazzolo. Intanto stasera alle 19, nel sagrato della basilica di San Paolo verranno presentati i lavori di recupero. Tra i relatori ci saranno il sindaco Salvatore Gallo, l’assessore al Turismo Maurizio Aiello. E poi Enzo Marabita, curatore del sito, Lorenzo Guzzardi, archeologo, Fabio Morreale, presidente Natura Sicula, Giuseppe Labisi, archeologo islamista. Appuntamento poi sabato 31 luglio e domenica 1 agosto per le visite guidate gratuite della durata di due ore circa ciascuna all’antico sito. Dalle 10 alle 18 con raduno davanti la chiesa dell’Annunziata, in via Fontanasecca.

Enzo Marabita in una conceria di Palazzolo
Enzo Marabita in un’immagine di qualche anno fa alle concerie di Palazzolo

L’impegno di Marabita per l’apertura del sito

E la riscoperta di questo luogo si deve al palazzolese Enzo Marabita, che già qualche anno fa aveva avviato un importante intervento di recupero e pulizia del sito. Un impegno che Marabita ha portato avanti anche in altri siti di Palazzolo spesso poco conosciuti e da riscoprire. In quella occasione ci aveva detto “Questo è un ulteriore tassello che si aggiunge alla Palazzolo medievale. L’obiettivo che vorremmo portare avanti è proprio questo: rendere fruibile questo sito per far conoscere un luogo di Palazzolo e una parte della sua storia“.

Concerie di Palazzolo, due giorni per scoprirle ultima modifica: 2021-07-30T09:00:00+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

😮

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x