I PALAZZOLESI RACCONTANO PALAZZOLO ACREIDE

itPalazzoloAcreide

news

Controlli su chi esce spesso, a Palazzolo pugno duro

Palazzolo e le vie che portano al centro storico, tutelate con il piano

Difronte a ciò che sta accadendo in tutta Italia, fa notizia la presa di posizione dell’amministrazione di Palazzolo. Con la diffusione di messaggi sui social e sui vari mezzi di comunicazione si prova a correre ai ripari. E’ come se a Palazzolo molti non abbiano ancora capito quanto sia grave l’emergenza. E’ così che sono stati avviati dei controlli su chi esce spesso. Una decisione che potrebbe far discutere ma che diventa probabilmente l’efficace risposta a chi trasgredisce.

Controlli per chi esce, i carabinieri operano
Aumentati i controlli dei carabinieri sul territorio

Controlli su chi esce spesso, verifiche con le telecamere

Per l’assessore alla Protezione civile Maurizio Aiello, adesso “stiamo entrando con la nave nella Tempesta e fin quando non saremo in un porto sicuro non possiamo permettere superficialità e comportamenti non tollerabili”. Per questo sono stati avviati dei controlli su chi esce spesso da casa. Davanti i supermercati per verificare chi in un giorno va anche tre volte. Controlli con le forze dell’ordine. “Con l’arma ho già richiesto l’autorizzazione – aggiunge -a poter visionare registrazioni delle telecamere di sorveglianza, quelle di piazza Pretura oltre che di alcune sparse in giro nel paese per verificare le autocertificazioni.

Tolleranza zero, con i controlli su chi esce fuori dal territorio

E l’invito resta sempre quello: restare a casa. Evitare di uscire spesso, di correre, di andare tutti i giorni al supermercato. “Molti commercianti – aggiunge Aiello – dovranno fare i conti con la crisi e con loro i dipendenti. Il sacrificio è tale quando viene richiesto e distribuito a tutti e non solo a pochi. Quindi collaboriamo tutti e in questi giorni evitiamo contatti restate e restiamo a casa”.

Controlli su chi esce spesso a Palazzolo
I carabinieri e le forze dell’ordine aumenteranno i controlli

Nel fine settimana in crescita le denunce

E il pugno duro non si ferma. Infatti nello scorso fine settimane sono state tante le denunce su tutto il territorio da parte dei carabinieri. Infatti il Comando provinciale di Siracusa è impegnato, giorno e notte, nelle attività di controllo del territorio per garantire il rispetto delle disposizioni impartite dal Governo per contrastare la diffusione del coronavirus, nell’ambito del D.P.C.M. c.d. #IoRestoaCasa. Molte le persone trovate fuori casa senza autorizzazioni e denunciate. Nella parte meridionale della provincia, la Compagnia Carabinieri di Noto ha denunciato 5 persone nei comuni di Palazzolo Acreide, Buscemi e Noto sorprese fuori dalle loro abitazioni. E ancora controlli anche in altre città. Ad Augusta denunciati 3 uomini di mezz’età che sostavano seduti su una panchina pubblica conversando tra loro senza tenere la distanza minima di un metro.

I consigli per questa fase di emergenza

E torniamo così a dirvi cosa fare e non fare in questa fase di emergenza. Andare al supermercato e fare scorte per qualche giorno. Non andare a correre o passeggiare come pausa alla noia di stare a casa. E poi se si hanno sintomi influenzali non gravi, rivolgersi telefonicamente al medico. Evitare assembramenti e gruppi e se si vieni da fuori regione rispettare la quarantena.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.
Controlli su chi esce spesso, a Palazzolo pugno duro ultima modifica: 2020-03-17T12:47:00+01:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top