Don Turuzzo Infantino, il ricordo - itPalazzoloAcreide

itPalazzoloAcreide

bar memoria noi palazzolesi personaggi valori ed emozioni

Don Turuzzo Infantino, il ricordo

Don Turuzzo

Don Turuzzo Infantino è andato via in punta di piedi senza fare alcun rumore. Erano circa le 6 di mattina, quando un malore lo ha portato ad una nuova vita. Un pezzo di storia di Palazzolo viene a mancare. Lo ricordiamo sempre dietro la cassa del suo Bar. Il Bar dei ”massari” perché negli anni sessanta Don Turuzzo aveva deciso di passare dalla campagna al paese creando un semplice bar nel corso Vittorio Emanuele. Negli anni il semplice bar è diventata una delle pasticcerie più importanti di tutta la zona montana. Insieme a Salvatore Corsino, dell’omonimo bar, e Nunzio Cannata della pasticceria è stato uno dei grandi pasticceri palazzolesi.

Don Turuzzo
Don Turuzzo e due dipendenti

Don Turuzzo, quel sorriso gentile e garbato

Sui social tantissimi sono i ricordi. Il sindaco Salvatore Gallo lo definisce un uomo gentile e garbato. Toccante il ricordo del banconista Giuseppe Valvo. “Una bellissima storia quella del Bar del corso Infantino che sicuramente racchiude in un sorriso tutto il suo essere – racconta-. Un uomo gentile e garbato come lui, quella figura imponente sempre davanti la sua porta di casa, a darti il benvenuto. Una storia per Palazzolo e non solo. Una persona che ci ha insegnato veramente tanto e soprattutto il valore della persona, il rispetto e l’amore per questo mestiere”.

Don Turuzzo
Don Turuzzo e il banconista Giuseppe Valvo

Don Turuzzo, un grande lavoratore

Il Cna di Siracusa lo ricorda così: “Ci sono storie di donne e uomini che rappresentano più di tante altre la bellezza dell’artigianato e la sapienza del fare. Con emozione salutiamo l’uomo e il lavoratore con l’auspicio che sia d’esempio per tanti”. Don Turuzzo era anche un tifoso della squadra locale di calcio. Quasi tutte le domeniche era presente in tribuna allo Scrofani Salustro.

Don Turuzzo
Don Turuzzo e le due figlie

Un’istituzione palazzolese

Da qualche anno aveva ormai lasciato la conduzione del Bar al figlio Giuseppe, ma era, con quel suo tono garbato e gentile sempre, a vigilare su tutto. Il suo sorriso delicato ha permesso di portare la conoscenza del bar a livelli elevati. In pieno centro sia nelle domeniche d’inverno che nei giorni di piena estate il bar è sempre un punto d’incontro sia per una semplice colazione, sia per il “dolce della domenica” o per le tantissime granite offerte. Era frequente vederlo seduto davanti la sua pasticceria, magari semplicemente a riposarsi. Un’istituzione per Palazzolo, un monumento vivente. Circa un anno fa era stato testimone di un video per sponsorizzare la sua attività. “”A proposito di felicità, cercatela! Tutti i giorni, continuamente, anzi, chiunque mi ascolti ora, si metta in cerca della felicità, ora.” E probabilmente dopo una vita lavorativa una nuova felicità l’avrà finalmente trovata.

Buon viaggio Don Turuzzo

Don Turuzzo Infantino, il ricordo ultima modifica: 2021-03-01T09:00:00+01:00 da Massimo Puglisi

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x