eventi

Festival dei giovani, presentata l’edizione 2019

Immagine del manifesto del Festival dei giovani

Sarà l’edizione dei 25 anni che segna un traguardo importante per Palazzolo. Torna l’appuntamento con il Festival Internazionale del Teatro Classico dei Giovani in programma al teatro greco di Akrai. L’evento è promosso dall’Inda nell’ambito della stagione di quest’anno. Un’occasione per recitare i testi antichi che sono sempre attuali.

Il festival del teatro dei giovani a Palazzolo

Alcuni studenti recitano al festival internazionale del teatro classico dei giovani

La presentazione ufficiale

L’edizione numero 25 è stata presentata a Roma e a Siracusa. È stata un’occasione per dare slancio alla manifestazione. La rassegna inizierà l’11 maggio e si concluderà il 2 giugno. L’evento è curato e organizzato dall’Istituto nazionale del dramma antico. L’inaugurazione della kermesse è affidata agli allievi del Conservatorio statale di musica Nicola Sala di Benevento. Reciteranno la commedia “Lisistrata” nella mattinata i giovani dell’Accademia dell’Inda e “Casina” il liceo Platone di Palazzolo. E proprio la scuola di Palazzolo ogni anno è protagonista nella prima giornata. Un successo per i giovani attori che si cimentano con i testi antichi. Lo scorso anno particolari sono stati gli abiti indossati per la rappresentazione.

Festival di Palazzolo dei giovani

Gli studenti protagonisti al teatro di Akrai per il festival

I numeri dell’edizione 25 del Festival internazionale del teatro classico dei giovani

La manifestazione è realizzata con il sostegno della Fondazione Sicilia. Sul palco del Teatro Greco di Akrai ci saranno tanti gruppi. Ci sarà la rappresentazione di 88 opere classiche da parte di oltre 2400 allievi. Sono studenti delle Scuole medie inferiori e superiorie e di Università. Provengono da varie parti dell’Europa e del Mediterraneo. Prevista la partecipazione di giovani dalla Francia, Grecia, Germania, Belgio, Gran Bretagna e Tunisia. Un’occasione unica di festa e di teatro.

L’immagine del manifesto

Il manifesto dell’edizione 2019 del Festival è stato realizzato dagli studenti del corso di Grafica dell’Istituto Superiore Alessandro Rizza di Siracusa. A supervisionare il lavoro sono stati il tutor esterno Carmelo Iocolano e i docenti Simona Basile, Agnese Firullo, Giuseppe Spampinato, Francesca Scalet e Veronica La Runa. A ideare gli elaborati ventisette studenti dell’Istituto guidato dal dirigente scolastico Pasquale Aloscari. Hanno riflettuto sul tema della Stagione 2019 dell’Inda che è Donne e guerra.

Più di 45.000 studenti in 25 edizioni del festival dei giovani

Il Festival Internazionale del Teatro Classico dei Giovani è diventato un evento internazionale riconosciuto. Il festival ha ottenuto anche l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Ben 45.000 giovani-attori di scuole italiane ed europee, hanno avuto, attraverso la partecipazione al Festival, un modo per confrontarsi.

La Fondazione Inda ha il compito da statuto di diffondere la conoscenza del repertorio teatrale antico e di curarne la rappresentazione nel Teatro Greco di Siracusa e nelle altre sedi archeologiche. Per questo dal 1976 è stata inserita nel programma degli spettacoli classici a Siracusa una giornata riservata a gruppi teatrali studenteschi.

La rassegna ideata negli anni Novanta

Il successo riscosso ha portato l’Istituto Nazionale del Dramma Antico a istituire nella primavera del 1991 il Festival Internazionale del Teatro Classico dei Giovani al Teatro greco di Palazzolo Acreide. Una felice intuizione che ha permesso negli anni di diventare un appuntamento importante. I giovani si ritrovano a recitare e a riflettere sui testi antichi. Un momento unico che lascia un segno nella vita dei giovani attori. Un evento importante anche per il turismo.

Un workcamp per i giovani

Quest’anno poi ci sarà un campo internazionale. Un momento per i giovani per essere protagonisti. Saranno infatti impegnati in attività di volontariato. Inoltre saranno promossi momenti di incontro e di festa che coinvolgeranno il paese. Ogni anno infatti il festival diventa occasione di incontro e di studio. E’ vivo il ricordo nei palazzolesi di quanti studenti animavano un tempo le piazze tra musica e canti. Il tutto nel segno dell’antichità. I testi dei tragediografi greci e latini diventano così strumento di lettura e di confronto per le nuove generazioni.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Festival dei giovani, presentata l’edizione 2019 ultima modifica: 2019-04-19T18:22:51+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top