arte

Festival internazionale del teatro classico dei giovani 2018, al via le adesioni

Il gruppo di Palazzolo di scena al Festival

Chi in passato ha recitato in questo scenario ricorda con emozione come sia un appuntamento importante per chi ama il teatro e i testi dell’antichità. E’ ancora presto ma si è già messa in moto la macchina organizzativa del Festival internazionale del teatro classico dei giovani, quest’anno giunto alla ventiquattresima edizione e che si svolgerà dal 14 maggio all’8 giugno.

Scuola che recita al Festival di Palazzolo

Un appuntamento atteso da tante scuole italiane ed estere che ogni anno raggiungono Palazzolo per recitare al teatro di Akrai i grandi classici della grecità, dalle tragedie di Eschilo, Sofocle ed Euripide, ma anche alle commedie di Aristofane e di Plauto. Un evento che porta nel comune montano centinaia di studenti, una manifestazione che negli anni è cresciuta dando proprio spazio alla creatività di tante scuole. Gli studenti, non solo dei licei classici, ma anche degli istituti commerciali o industriali, aderiscono al Festival. Provengono da diverse regioni d’Italia, ma anche dalla Francia, dalla Grecia, e da altri paesi europei e si arrivano a contare oltre duemila presenze. Per partecipare al Festival le adesioni si sono chiuse il 28 febbraio per consentire così alla Fondazione Inda, organizzatrice della manifestazione, di provvedere ad esaminare la documentazione arrivata, stilare il calendario e preparare in dettaglio l’accoglienza delle scuole partecipanti, che generalmente vengono ospitate nelle strutture ricettive di Palazzolo per i tre giorni di visita in occasione del loro spettacolo.

Tra le scuole che partecipano ogni anno al Festival c’è senza dubbio il liceo Platone di Palazzolo, con il lavoro instancabile dei docenti che seguono gli studenti in questi mesi per prepararli al meglio all’esibizione. Il liceo quest’anno sarà di scena con “Tesmoforiazuse”, una  commedia di Aristofane che coinvolgerà i piccoli e i grandi. E potrebbe esserci anche una novità: difatti la scuola potrebbe aprire con un giorno di anticipo, la domenica 13 il Festival, proprio per dare il via alla manifestazione con un numeroso pubblico, come avviene ogni anno quando viene messo in scena lo spettacolo della scuola di Palazzolo. Pubblico al teatro greco per il Festival

E da alcuni anni a recitare sono anche gli studenti dell’Istituto comprensivo Vincenzo Messina, giovanissimi che si cimentano anche loro con i testi antichi, seguiti dai docenti. Questo evento è atteso non solo dagli studenti ma anche dalle loro famiglie, che seguono le fasi di preparazione degli spettacoli e aspettano con trepidazione questa manifestazione.

Il Festival nacque dalla lungimiranza del professore Giusto Monaco, che ideò la manifestazione ad Akrai, pensando a questo evento che ormai si ripete da più di vent’anni, proprio come un appuntamento centrale per lo scambio interculturale tra i giovani nel segno dei valori intramontabili della grecità. Una passione che accomuna piccoli e grandi. Appuntamento quindi a maggio.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Festival internazionale del teatro classico dei giovani 2018, al via le adesioni ultima modifica: 2018-02-28T17:44:56+00:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top