artigianato

Frigomacello, si punta alle carni di qualità a Palazzolo

Il Frigomacello di contrada Poi a Palazzolo

Il rilancio della zootecnia di Palazzolo e della zona montana attraverso il Frigomacello. E’ un’ambizione alla quale guarda il Comune di Palazzolo ma anche gli altri comuni degli Iblei. Un progetto che se prima era considerato un’utopia adesso potrebbe diventare realtà. Nei giorni scorsi infatti è stata firmata alla Provincia di Siracusa la concessione della struttura al Comune di Palazzolo. Si punta così all’economia agricola e alle carni di qualità da ottenere direttamente sul territorio. Un traguardo significativo dato che Palazzolo è rinomata proprio per le sue carni di ottima qualità, come la salsiccia tradizionale, presidio Slow food.

Il frigomacello di Palazzolo concesso al Comune

Il momento della firma della concessione del Frigomacello al Comune di Palazzolo

La concessione del Frigomacello

Il Libero consorzio di Siracusa ha dato in concessione l’opera che è stata ultimata nel 2015, ma rimasta abbandonata e inutilizzata. Da evitare così che l’impianto di contrada Poi a pochi chilometri da Palazzolo venga vandalizzato. Per troppo tempo infatti è stato considerato una cattedrale nel deserto. Un’opera completata con fondi pubblici ma mai aperta. L’opera ha ricevuto un finanziamento di oltre 4 milioni di euro. Il Libero consorzio aveva provato ad affidare la gestione dell’impianto, ma le due gare sono andate entrambe deserte. Poi la richiesta del Comune di Palazzolo e che coinvolge anche gli altri comuni dell’Unione “Valle degli Iblei”. Un passaggio fatto anche in consiglio comunale e dopo alla Provincia con la firma dell’atto.

I passi successivi adesso per la gestione del Frigomacello

E adesso cosa si farà. I Comuni hanno le idee chiare su come procedere. Innanzitutto attraverso un bando pubblico per individuare un soggetto che possa occuparsi della gestione del Frigomacello di contrada Poi a Palazzolo. Va adeguata la struttura in base alle richieste emerse dopo un recente sopralluogo dell’Asp. A firmare la concessione negli uffici della Provincia a Siracusa il sindaco di Palazzolo Salvatore Gallo e il responsabile del quinto settore Antonella Fucile.  “La Provincia – ha spiegato il commissario straordinario Carmela Floreno – ha cercato di mettere in funzione le strutture realizzate con fondi pubblici per fornire servizi ai cittadini”.

A cosa serve la struttura di Palazzolo

La concessione della gestione riguarda la macellazione del bestiame, la gestione della zona frigo e della zona lavorazione carni. L’obiettivo come anche ribadito dai sindaci presenti è di puntare alla qualità delle carni e valorizzare così la filiera della zootecnia che è una delle basi dell’economia degli Iblei e della provincia.Ci sarà adesso un anno di tempo per mettere in funzione l’impianto. L’opera è attesa da tutta la comunità montana e dagli operatori del settore.

Frigomacello di Palazzolo completato

Il Frigomacello di Palazzolo finanziato con 4 milioni di euro

Palazzolo, quindi, ha la concessione, in quanto comune capofila, in sinergia con altri comuni dell’Unione di cui tra l’altro Gallo è per quest’anno il presidente. “Abbiamo voluto – ha affermato il sindaco Gallo – portare avanti in sinergia con l’Agenzia di sviluppo e gli altri comuni un processo che porterà all’apertura della struttura, fondamentale per il nostro territorio”.  Alla firma dell’atto erano presenti anche l’assessore regionale all’Agricoltura Edy Bandiera, il segretario generale del Libero consorzio Vincenzo Scarcella, il sindaco di Canicattini Marilena Miceli, il sindaco di Ferla Michelangelo Giansiracusa, il presidente dell’Agenzia di sviluppo degli Iblei Paolo Amenta, il consigliere comunale dell’Unione Pietro Spada, l’assessore comunale ai Lavori pubblici di Palazzolo Riccardo Messina, il consigliere comunale di Palazzolo Agostina Margherita Caccamo.

Un bando per la gestione

A gestire l’impianto in base alla gara da realizzare potrebbe essere un partenariato pubblico e privato. “La strada – ha aggiunto l’assessore Bandiera – per l’affermazione della produzione locale è la qualità”. Intanto occorre realizzare lavori di adeguamento nell’impianto . “Dal depuratore che manca, ad una recinzione da realizzare – ha spiegato il consigliere Spada – ma anche destinare un reparto per animali infetti”.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Frigomacello, si punta alle carni di qualità a Palazzolo ultima modifica: 2019-05-08T08:50:31+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top