I PALAZZOLESI RACCONTANO PALAZZOLO ACREIDE

itPalazzoloAcreide

arte cultura eventi

Giovanni Calcagno, protagonista al teatro di Akrai

Giovanni Calcagno durante un'esibizione

Doppio appuntamento al teatro di Akrai con due serate evento che vedranno protagonista l’artista Giovanni Calcagno. Domenica e lunedì da non perdere con la tournée siciliana con due spettacoli prodotti da “La casa dei santi”. In particolare uno è in anteprima assoluta. Sarà uno spettacolo promosso dall’assessorato regionale ai Beni culturali in collaborazione con il comune di Palazzolo. E ad ingresso gratuito. Ma occorre prenotarsi all’Infopoint turismo al signor Giovanni Belfiore o telefonando allo 0931871260.

Giovanni Calcagno la locandina dello spettacolo
Gli spettacoli che saranno a Palazzolo nel fine settimana

Giovanni Calcagno di scena con due lavori

Il primo spettacolo sarà domenica alle 19. Dal titolo “Straniero di Sicilia” di e con Giovanni Calcagno e video composizioni di Alessandra Pescetta. E’ uno straordinario viaggio alla scoperta dell’identità siciliana, a partire dalle testimonianze in forme di narrazione in versi (in lingua greca, latina ed araba, in italiano e siciliano). Di alcuni poeti stranieri che hanno abitato la Sicilia da siciliani. Lunedì 7 settembre alle 19 l’anteprima assoluta di “Gilgamesh“, l’epopea di “Colui ch e tutto vide”, raccontato da Giovanni Calcagno col coordinamento artistico di Giovanni Calcagno e Alessandra Pescetta. Tratto dall’omonimo poema mesopotamico scritto 4500 anni fa, re di Uruk ed uno fra i primi uomini a farsi domande inerenti l’essenza e la mortalità umana.

La prima assoluta di uno dei due spettacoli di Calcagno

“Straniero di Sicilia” è uno dei due spettacoli di scena a Palazzolo e in anteprima assoluta. Il testo è un tentativo di ricostruzione dell’identità siciliana, partendo dalle testimonianze in forma di narrazione in versi di alcuni poeti stranieri che hanno abitato questa terra da siciliani. Due serate quindi per un viaggio alla scoperta dell’identità siciliana. Spettacoli intensi e di alto livello.  “Gilgamesh” almeno millecinquecento anni prima di Omero, si manifesta la figura dell’eroe nella letteratura, una volta per sempre.

Giovanni Calcagno primo piano
L’artista presenterà due spettacoli di cui uno in prima assoluta

Egli è il primo personaggio – spiegano le note di regia -, la prima voce di singolo che ci parla. Egli affronta l’impresa di là da ogni impresa: la conquista dell’immortalità. Tutti gli episodi di questa epopea, che costituiscono i passaggi fondamentali della rappresentazione – i viaggi, gli scontri, le seduzioni, gli inni, i lamenti – rimangono un modello per ogni letteratura. Ogni volta che qualcosa di simile ci viene raccontato, sentiamo dall’oscurità la voce di Gilgamesh, il re che conosceva i paesi del mondo”. Dopo un lavoro di ricucitura dei frammenti provenienti dalle tavolette della versione classica babilonese e da quelle più antiche e più recenti di molti altri luoghi del medioriente, Giovanni Calcagno alla maniera degli antichi aedi, accompagnato da una tammorra, da un cartellone e da un rudimentale strumento a corde ripercorre l’intera epopea di colui che tutto vide.

Giovanni Calcagno, protagonista al teatro di Akrai ultima modifica: 2020-09-05T09:00:00+02:00 da Federica Puglisi
To Top