I film girati a Palazzolo, La Lupa del 1996 - itPalazzoloAcreide

itPalazzoloAcreide

curiositá

I film girati a Palazzolo, La Lupa del 1996

Lupa

Nella rubrica che vede i film girati a Palazzolo questa volta andiamo a ricordare un film del 1996, La Lupa.

Lupa
La locandina

La Masseria Musso in Contrada Cardinale fa da scenario ad alcune scene del film.

La Lupa, il cast

Con la regia di Gabriele Lavia girato anche nella provincia di Siracusa, tra gli attori protagonisti l’affascinante Raul Bova. Un cast di tutto rispetto con la presenza di Monica Guerritore, di Michele Placido, di Giancarlo Giannini. Altri interpreti Alessia Fugardi, Adelaide Alessi, Filippo Arriva, Antonio Bellomo, Roberto Fuzio, Francesco Guzzo, Sebastiano Jacobello, Lorenzo Lavia, Cinzia Marcoccio, Maurizio Nicolosi e Margherita Patti. Tratto dall’omonima novella di Giovanni Verga del 1953, inserita nella raccolta Vita dei campi.

Lupa
Il protagonista Raul Bova

Un secolo fa: Pina (Monica Guerritore), sensuale, maledetta, sconvolge tutti gli uomini che incontra, anche il genero (Raul Bova). Il film drammatico si snoda sulla “roba”. Che secondo la cultura antica siciliana era simbolo della ricchezza e del benessere che non si misura a livello economico, ma in possedimenti come terre, animali e pascoli, fattorie

La trama del film

Inizia con un incontro clandestino fra la lupa e padre Angiolino in un casolare di campagna. La lupa riesce a sedurre il parroco del luogo che non riesce a fuggire al fascino della donna. Turbato e sconvolto decide di abbandonare la città. Nello stesso treno del prete scende il giovane Nanni Lasca, fresco congedato dal servizio militare. Durante il ritorno a casa Nanni incontra Maricchia, la figlia della lupa, e ne mostra interesse.

Le ossessioni di Maricchia

La giovane, che in paese è vista con la brutta nomina di essere la figlia della lupa, prima rifiuta. Ma in un secondo momento va nel carro di Nanni per portarlo in paese. Sin da subito la lupa è interessata al giovane con una corte spietata. Nanni vuole sposare Maricchia, anche per la “roba” che la giovane donna ha in dote. Pur di stare vicino all’uomo che ama la lupa si mostra favorevole al matrimonio della figlia. Ma la debolezza di Nanni si manifesta giorni prima delle nozze cedendo alle avance della lupa. Anche dopo le nozze la donna corteggia il genero. E tutto il paese ne condanna il comportamento. Criticando e chiacchierando anche la giovane sposa nel frattempo rimasta incinta.

Lupa
L’affascinante Monica Guerritore

Il calcio di una mula riduce Nanni in fin di vita. Alla sua guarigione e pentito del tradimento alla moglie fa accusa delle proprie colpe. Nel frattempo la lupa si è trasferita in un casolare di campagna. In occasione della processione di Santa Rosalia, Nanni viene scelto per portare lo stendardo della santa. Ma lo dimentica a casa e corre a prenderlo prima dell’inizio della processione. Maricchia, insospettita dal ritardo del marito, affida il suo neonato ad una signora del paese e parte alla ricerca di Nanni che nel frattempo è arrivato nel cortile della casa dove trova la lupa. Questa ancora una volta lo seduce e gli chiede di darle la morte perché si è resa conto di non potersi sottrarre al suo destino. Nanni, stravolto dalla rabbia afferra una scure e la uccide, sotto lo sguardo di Maricchia, arrivata di lì a poco sulla scena.

Forse non un gran film, ma dà uno scorcio sulle convenzioni e il controllo sociale di un tempo.

La critica alla lupa

Al suo quarto lungometraggio, l’attore-regista punta su uno spettacolo a forti tinte, scandito dalle sonorità colorite di un dialetto un po’ addomesticato, illuminato da una fotografia quasi western, eroticamente esplicito. Gli interpreti, da questo punto di vista, si intonano decorosamente al registro realistico scelto da Lavia: Giancarlo Giannini è l’indifeso prete peccatore, Michele Placido il sanguinoso Malerba con sigaro e bombetta, Alessia Fugardi l’infelice figlia, Raoul Bova il gagliardo Nanni mangiato con gli occhi dalla donna.” (Michele Anselmi, ‘L’Unità’, 26 settembre 1996).

Il film nel 1997 ha ottenuto il premio Gianni Di Venanzio per la fotografia.

Da ricordare le musiche del celebre Ennio Morricone.

Foto tratte da Wikipedia

I film girati a Palazzolo, La Lupa del 1996 ultima modifica: 2021-10-13T09:00:00+02:00 da Massimo Puglisi

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

Grazie dell’info!!

Katherine Alexandra Giudice

Muy interesante 🙌

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x