artigianato

I mestieri antichi diventano un lavoro, a Buscemi nasce una scuola

Il museo di Buscemi rivive con gli antichi mestieri

Quando gli antichi mestieri tradizionali possono diventare fonte di lavoro per i giovani. Diventa realtà la scuola dei mestieri a Buscemi promossa dal museo I luoghi del lavoro contadino in sinergia con il Polo regionale di Siracusa per i siti culturali, la casa museo Antonino Uccello di Palazzolo. Si impareranno alcune tecniche come l’arte dell’intreccio, la tessitura tradizionale, l’arte dei pani rituali e del falegname.

La presentazione della scuola

Il progetto verrà illustrato domenica sera alle 19,30 a Buscemi nella sala San Giacomo. La presentazione della Scuola comunale degli antichi mestieri e tradizioni culturali arriva come traguardo di un progetto avviato da anni. A prevedere la scuola è l’articolo 47 della legge regionale numero 8/2018 e finanziata dall’Assessorato regionale dei Beni culturali e dell’identità siciliana. L’importo è di 41 mila e 100 euro.

mestieri antichi - La preparazione del pane

La preparazione del pane alla casa museo

Il progetto

Trova così concretezza la volontà di avviare uno sviluppo sostenibile della comunità iblea in sintonia con le tradizioni, la cultura e il sapere locale.

Cos’è la scuola

La scuola comunale gestita in collaborazione con l’Associazione per la conservazione della cultura popolare degli Iblei avrà come finalità lo studio, la valorizzazione, il recupero e la trasmissione delle tecniche artigianali tradizionali e dei mestieri antichi legati al territorio ibleo. Sarà l’occasione per le nuove generazioni di avere nuove opportunità di lavoro e di crescita.

mestieri antichi - L'arte dell'intreccio

L’arte dell’intreccio verrà insegnata a Buscemi

I corsi

Il progetto prevede l’avvio di quattro corsi, con il recupero di mestieri tradizionali. Un corso sarà sull’arte dell’intreccio di cesti e panieri con materia vegetale. Un altro sulla realizzazione di manufatti con la tecnica della tessitura tradizionale. L’atro sull’arte dei pani rituali. Infine si imparerà l’arte del falegname e del restauro ligneo.

Un progetto voluto dal Museo di Buscemi e dal Comune

Il Comune di Buscemi concretizza così un progetto importante portato avanti dal Museo I luoghi del lavoro contadino guidato da Rosario Acquaviva in sinergia anche con il museo di Palazzolo. In questo modo i giovani potranno imparare antichi mestieri e perché no magari trovare un lavoro.

Buscemi e Palazzolo e le tradizioni popolari

I due musei di Palazzolo e di Buscemi sono idealmente legati nella valorizzazione delle tradizioni. Infatti da tempo vengono promosse iniziative in comune. Mostre, conferenze e incontri finalizzati a promuovere il progetto dell’Ecomuseo. La scuola dei mestieri diventa intanto un’opportunità importante per i giovani e consolida ancora una volta il legame tra le due realtà. Il museo di Palazzolo è un sito regionale e dipende dal Polo regionale per i siti culturali. Da alcuni anni è stato invece avviato il progetto di valorizzazione del sito di Buscemi per diventare anch’esso punto di riferimento regionale. Una sinergia che intanto funziona e dà i suoi primi frutti.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

I mestieri antichi diventano un lavoro, a Buscemi nasce una scuola ultima modifica: 2018-12-29T10:26:15+01:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top