curiositá

I vicoli di Fava, un concorso a Palazzolo in ricordo del giornalista

Giuseppe Fava Siciliani

Una mostra di fotografia, pittura e disegno a Palazzolo in ricordo di Pippo Fava. Al via la prima edizione di “I vicoli di Fava”, evento promosso dal Coordinamento Fava, con il Patrocinio del Comune di Palazzolo Acreide e della Fondazione Giuseppe Fava, Associazione culturale Dahlia.

Il concorso

L’iniziativa è un concorso di fotografia, disegno e pittura per valorizzare Palazzolo, città natale del giornalista ucciso dalla mafia. E quale miglior modo se non di farlo attraverso l’arte e la fotografia che lui amava come il suo paese.

L’evento di questo fine settimana

Il concorso e la mostra si svolgeranno domani e domenica al Municipio nella sala delle Aquile Verdi. La mostra verrà inaugurata domani alle 18 con la partecipazione di appassionati e professionisti, studenti delle scuole medie inferiori, per i quali è stata inserita in programma una “sezione giovanissimi”.

La locandina dell'evento su Fava

L’edizione del concorso a Palazzolo su Pippo Fava

La giuria

I lavori verranno giudicati da una giuria composta da Rino Caracò e Lello Fargione per la sezione fotografia e Giulia Cappuccio e Vittorio Bellanich per pittura e disegno. Decreteranno i vincitori che saranno premiati in occasione del premio Fava dedicato ai giovani in programma a gennaio. I vincitori saranno proclamati domenica alle 19.

Gli eventi di questa estate

Un mese di iniziative si sono svolte questa estate a Palazzolo dedicate a Fava. Il giornalista ucciso dalla mafia nel gennaio del 1984 amava Palazzolo. A testimoniarlo molti suoi scritti in cui raccontava i luoghi, i vicoli, i monumenti. Così il Coordinamento in occasione dell’anniversario della nascita di Fava ha promosso il concorso. E’ la prima edizione di un’iniziativa finalizzata a valorizzare il territorio di Palazzolo attraverso l’arte e la fotografia. Lo scenario dell’evento la villa comunale di Palazzolo. Le opere, fotografie, dipinti e disegni, rappresentano strade, vicoli, chiese, palazzi e qualunque altro scorcio di Palazzolo.

Un'immagine di Fava e di Palazzolo

Fava amava Palazzolo e il suo ricco patrimonio architettonico

I premi

Il vincitore che si sarà classificato al primo posto vincerà uno stage di un mese da svolgere presso professionisti riconosciuti e stimati di entrambe le categorie. Il secondo e il terzo riceveranno una targa e libro, autore Giuseppe Fava, donato dalla Fondazione Fava. Il coordinamento Fava di Palazzolo quest’anno ha voluto promuovere un ciclo di eventi. Da metà agosto a metà settembre ci sono stati presentazioni di libri e dibattiti pubblici per non dimenticare il giornalista.

Chi era Pippo Fava

Nato a Palazzolo il 15 settembre del 1925 Giuseppe Fava è stato un giornalista, drammaturgo, saggista, scrittore ucciso dalla mafia a Catania il 5 gennaio 1984. La sua famosa frase, impressa anche sulla lapide al cimitero comunale di Palazzolo, dove è stato seppellito, era “A che serve vivere, se non c’è il coraggio di lottare?”. Poche parole diventate un monito per intere generazioni di giornalisti che hanno fatto del suo impegno un esempio da seguire. Per il suo omicidio sono stati condannati alcuni membri del clan mafioso dei Santapaola.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

I vicoli di Fava, un concorso a Palazzolo in ricordo del giornalista ultima modifica: 2018-12-28T15:47:44+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top