Il Viaggio di San Paolo, nasce un Museo Virtuale - itPalazzoloAcreide

itPalazzoloAcreide

interviste luoghi di interesse

Il Viaggio di San Paolo, nasce un Museo Virtuale

Museo Virtuale. Il viaggio di san Paolo (foto Luisa Santoro)

Il 29 giugno 2023, durante i festeggiamenti in onore di San Paolo, patrono di Palazzolo, è stato inaugurato un nuovo Museo, intitolato Il Viaggio di San Paolo. Museo Virtuale e il Centro Studi Fabio Fiorentino. Il Museo è stato voluto fortemente dall’architetto Sandro Fiorentino in memoria del figlio Fabio, scomparso nel 2018. Fabio era un architetto, il quale molti anni fa, assieme al padre Sandro, venne chiamato da Augusta Zaber Colombo, direttrice del Museo delle tradizioni nobiliari, a restaurare il Palazzo Rizzarelli-Spadaro, sede del Museo.

Fabio e Sandro Fiorentino architetti a Palazzolo Acreide

Gli architetti Fiorentino si innamorarono di Palazzolo e specialmente Fabio, il quale iniziò a sviluppare una sua visione, come dice Raymond Bondin, “sul modo di riqualificare la Città attraverso uno studio, nel quale emerge una qualificata preparazione ed una chiara metodologia nella riqualificazione della Città. Al tempo stesso può essere un punto d riferimento per i corsi di restauro urbano perché è indirizzato ad individuare soluzioni semplici ma importanti nello sviluppo del processo di riqualificazione delle città storiche”. Il progetto di Fabio è stato pubblicato nel 2019 in occasione del primo anniversario della sua morte. Si intitola Palazzolo Acreide, città nobile (edito da Museobottega della Tarsia Lignea, Quaderno, n. 4).

Palazzolo Acreide, Città nobile

Le finalità di Fabio Fiorentino erano la “creazione di un modello di sviluppo economico e di recupero ambientale fondato sulla valorizzazione delle risorse locali e di un modello di sistema turistico e commerciale interregionale che integri le risorse locali favorendone la valorizzazione”. Gli obiettivi erano tanti tra cui “contribuire alla tutela del patrimonio culturale attraverso la formulazione di metodologie progettuali adeguate al contesto”. Il progetto sviluppato da Fabio, all’interno della pianificazione urbanistica di Palazzolo, grazie al fatto che Lui era un architetto, prevedeva il riuso di alcuni immobili del centro storico, nell’ambito di un progetto di valorizzazione turistica del territorio. Questo testo è molto importante per Palazzolo. Perché, come dice Ray Bondin, “è un eccellente strumento per gli studenti che saranno interessati al futuro dei centri storici”.

Il Museo Virtuale: Il Viaggio di San Paolo e il Centro studi di Fabio Fiorentino

L’architetto Sandro Fiorentino, quindi, continua il progetto del figlio Fabio. Grazie a Sandro che in via dietro Matrice ha ristrutturato l’ambiente per accogliere il Museo virtuale, che è già stato inaugurato il 29 giugno 2023. Ho incontrato l’architetto che gentilmente e serenamente mi ha rilasciato un’intervista che mi ha aperto un mondo nuovo riguardo il percorso meraviglioso voluto da suo figlio Fabio.

Il Viaggio di san Paolo. Museo virtuale via Dietro Matrice
Il viaggio di San Paolo. Museo virtuale. via Dietro Matrice (foto Santoro)

Come nasce l’idea del Museo e del titolo Il viaggio di San Paolo?

Questo progetto nasce quando circa 17/18 anni fa venni chiamato dalla direttrice del Museo delle tradizioni nobiliari. Io e mio figlio Fabio venivamo a Palazzolo perché architetti. E quindi Augusta mi invitò a Palazzolo perché desiderava ristrutturare il Palazzo Rizzarelli-Spadaro, sede del Museo. Quando arrivammo a Palazzolo, ebbi una reazione negativa nel vedere costruzioni moderne che non corrispondevano agli elogi di Augusta riguardo al centro storico. L’ingresso del paese con i ponti e le costruzioni moderne mi davano l’idea di un centro moderno, piuttosto che un borgo antico, supportato da momenti di attesa da parte di mio figlio.

Fabio studiò il territorio

Entrando nel centro storico, la mia idea cambiò. Finimmo per realizzare vari restauri oltre a quelli del Palazzo Rizzarelli-Spadaro. È stato mio figlio che si è legato maggiormente a questo borgo. Lui scrisse il libro Palazzolo Acreide, città nobile, che dà un indirizzo turistico di Palazzolo, sempre in chiave culturale. Partendo dalle radici culturali del territorio: Palazzolo città Unesco, il teatro greco ed altro e contribuendo con questo studio anche dal punto di vista architettonico. Mi resi conto che ci sarebbe stato veramente un lavoro enorme sul territorio. Quindi, quella di Fabio rappresenta una pubblicazione molto importante, da valorizzare ancora oggi.

Il Museo è un museo virtuale, in che modo è strutturato?

All’interno della pubblicazione Fabio aveva inserito un progetto chiamato Il viaggio di San Paolo, sottoposto anche alle autorità ecclesiastiche in quanto desiderava mettere a disposizione il suo indirizzo lavorativo. C’era bisogno poi di un luogo, cioè una postazione, dove poter far interagire quella cultura interreligiosa. Fabio desiderava realizzare un centro di confronto tra le varie religioni del bacino del Mediterraneo: Musulmani, Ebrei, Cristiani. In un’epoca come la nostra, dove c’è di tutto e di più, avere un punto d’incontro, di discussione e di confronto qui a Palazzolo nel nome di San Paolo, è importante.

Il progetto perché è chiamato Il Viaggio di San Paolo?

Il progetto è chiamato Il viaggio di San Paolo perché Fabio lo ideò riflettendo sul percorso del viaggio di San Paolo, che lo portò a Roma, fermandosi a Siracusa. Partendo appunto dalla figura di Paolo e studiando il percorso geografico e la formazione del Cristianesimo che si può scoprire il rapporto che lega il Cristianesimo all’Ebraismo e all’Islam. Così si può seguire lo sviluppo della storia antica fino ad arrivare all’attualità. Il Museo virtuale organizzerà quindi incontri e dibattiti a livello internazionale riguardo il dialogo interreligioso e di studio del Cristianesimo. Questa è l’idea portante del Museo e specialmente del progetto che volle Fabio.

Il Museo virtuale in che cosa consiste?

Significa che i momenti d’incontro non essendo quotidiani, verranno organizzati periodicamente. In questo momento stiamo organizzando, assieme ad un professore di Roma, che conosce tutte le realtà internazionali a livello interreligioso, un evento che io desidererei far slittare a giugno 2024. Ogni relatore porterà la propria esperienza e poi saranno pubblicati gli atti. Ci saranno due momenti: la prima è l’evento che ho già detto, una settimana di incontri internazionali. L’altro è il viaggio di San Paolo, attraverso la proiezione di filmati che verranno trasmessi sulle pareti del Museo. Tutto il viaggio, il percorso che San Paolo compì fino ad arrivare a Roma.  

Che cosa si potrà vedere riguardo la figura di San Paolo?

L’obiettivo del Centro studi di Fabio è la promozione e la realizzazione di un itinerario tematico culturale lungo il percorso dei viaggi di San Paolo. È la creazione di una piattaforma interattiva condivisa da diversi siti iscritti nel percorso dei viaggi paolini.

Palazzolo centro culturale

Per Palazzolo il Museo Il Viaggio di San Paolo è quindi un luogo importantissimo perché grazie ai progetti che verranno svolti annualmente, il nostro Borgo potrà diventare un centro vitale di grande interesse culturale. Tutto ciò soprattutto per l’amore che Fabio Fiorentino ebbe per Palazzolo, per la sua storia e per la sua architettura.

Il Viaggio di San Paolo, nasce un Museo Virtuale ultima modifica: 2023-09-19T08:36:36+02:00 da Luisa Itria Santoro

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x