eventi

“Il vizio della memoria”, in ricordo di Giuseppe Fava

il vizio della memoria, in ricordo di Giuseppe Fava

A Palazzolo Acreide il ricordo di Giuseppe Fava e del suo impegno per la giustizia è sempre vivo. Il giornalista ucciso dalla mafia non ha mai smesso di far sentire la sua voce, anche dopo la sua morte. I suoi libri, le interviste e gli aneddoti nella città iblea si ripropongono continuamente per ricordare. Il 2 febbraio ancora una volta sarà lui il protagonista, insieme ai giovani del territorio, per una giornata all’insegna della memoria e della legalità.

Ricordare Giuseppe Fava

Sono passati 35 anni dal giorno del suo omicidio, ma Giuseppe Fava a Palazzolo Acreide è sempre ben presente nella mente e nei cuori di tutti. Lui, che ha sempre messo in primo piano la legge combattendo in prima persona contro quel sistema corrotto che macchiava la Sicilia, anche quest’anno viene ricordato nella consueta manifestazione “Il vizio della memoria”.

il vizio della memoria, lapide di Fava

La lapide dedicata a Giuseppe Fava, ucciso nel 1984

Il Comune di Palazzolo Acreide in collaborazione con l’Assessorato Turismo e Politiche giovanili, ha organizzato il premio dedicato a Fava il 2 Febbraio, a partire dal mattino. Nel manifesto dedicato all’evento spiccano le sue parole, ancora così vive, che esprimono quanto il giornalista sia stato legato a Palazzolo. Ogni abitante del posto si sente in dovere di rendere omaggio ad una personalità così carismatica tanto da essere stata presa di mira dalla mafia perché scomoda. Giuseppe Fava amava la verità. Questo suo aspetto che lo portò verso la morte, ma oggi è il messaggio che i Palazzolesi vogliono trasmettere alle nuove generazioni, per combattere la criminalità e non rimanere passivi di fronte alle ingiustizie.

Il vizio della memoria, 2 Febbraio 2019

L’appuntamento con “Il vizio della memoria” è per il 2 Febbraio alla ex Biblioteca comunale di Palazzolo Acreide alle ore 9.30. L’incontro con gli studenti delle scuole superiori si svolgerà con la proiezione di un documentario di Pippo Fava. Subito dopo ci sarà un dibattito incentrato sul tema “Da Giuseppe Fava ai giorni nostri. I nuovi carusi”, dove è previsto l’intervento di alcuni giornalisti, tra cui Alessia Candito, Stefania D’Ignoti e Massimiliano Perna. Nel pomeriggio la platea si sposta nella sala del consiglio comunale per assistere ad un breve filmato di Fava. In seguito ci sarà la lettura di alcuni tratti di uno dei suoi libri: “Prima che vi uccidano”.

il vizio della memoria, libro di Fava

La copertina del libro scritto da Giuseppe Fava “Prima che vi uccidano”, oggetto del dibattito

Dopo il dibattito sul tema “Migranti, dopo le parole…”, la giornata in memoria di Giuseppe Fava si conclude con la performance del musicista Giuseppe Giuffrida e l’assegnazione del premio. Tante le personalità del luogo che hanno aderito alla manifestazione dedicata al grande giornalista palazzolese, tra cui anche Natya Migliori e Francesca Andreozzi, il cui intervento è previsto nella seconda parte della giornata. Il vizio della memoria per Palazzolo Acreide è un simbolo da portare avanti anno dopo anno. L’obiettivo è di impedire che l’eredità di Fava venga perduta e la sua morte  sia avvenuta invano.

Cristina Fontanarosa

Autore: Cristina Fontanarosa

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con la voglia di scoprire sempre cose nuove e luoghi interessanti.

“Il vizio della memoria”, in ricordo di Giuseppe Fava ultima modifica: 2019-01-24T12:57:20+00:00 da Cristina Fontanarosa

Commenti

To Top