turismo

Misteri e leggende, tappa a Palazzolo di “Invisibili”

Spettacolo Invisibili

Tappa a Palazzolo dello spettacolo “Invisibili”. Un progetto che rientra nella rete avviata tra i comuni di Noto, Palazzolo e Scicli nel segno dell’Unesco. Si concretizza così un progetto avviato nei mesi scorsi. Un evento di teatro che a Palazzolo si svolgerà al Castello medievale. Lo spettacolo sulle “memorie notturne del Val di Noto” è stato presentato al chiostro del Convento del Carmine in piazza Busacca a Scicli e adesso al Castello Medievale del quartiere Castelvecchio di Palazzolo. La performance teatrale “Invisibili” e i suoi 8 personaggi misteriosi – e notturni – proseguono questa lunga estate di spettacoli e repliche in giro per il Val di Noto. A Noto è stato messo in scena nelle stanze dell’ex Cantina Sperimentale di largo Pantheon. A Palazzolo sarà presentato mercoledì 5 settembre, in doppio spettacolo alle 21 e alle 22,30. Sarà un viaggio notturno in cui storia, misteri e vicende rimaste nascoste si intrecciano.

Spettacolo Invisibili

Lo spettacolo

E’ una produzione allestita dalla Fondazione Teatro Tina Di Lorenzo di Noto e curato alla regia da Sabina Pangallo.  Per l’esordio a Palazzolo Acreide il cast si arricchirà di un altro personaggio (testo scritto da Erminia Gallo), la nobildonna Carmela Politi, interpretata da Alessandra Macca. In scena insieme con il brigante Giovanni Boncoraggio interpretato da Salvatore Tringali. Personaggi che sono legati tra di loro: il Cavaliere Politi, padre della nobildonna Carmela, fu ucciso dal brigante Giovanni Boncoraggio e lei stessa racconterà la vicenda dal suo punto di vista, sottolineando il rapporto tra ricchi possidenti e briganti nella Sicilia di fine Ottocento. Per assistere allo spettacolo occorre prenotarsi. Il costo del biglietto è di 12 euro.

I personaggi

Tra i personaggi le cui storie sono state raccontate nelle varie tappe ci sono Salvatore Motta ed Elisabetta Costa, interpretati da Carlo Genova e Francesca Caruso. Sono protagonisti di una sinistra e misteriosa vicenda che risale al 1932. Salvatore Motta fu selvaggiamente ucciso da persone non ben identificate e ancora agonizzante il suo corpo venne gettato in un pozzo a Testa dell’Acqua. La cronaca dell’epoca ricondusse quella morte misteriosa a un’unica traccia: la gelosia che suscitava la fidanzata nei compaesani. Ad accomunare i personaggi una irrequietezza, sospesi tra la vita e la morte, alla ricerca di verità o riscatto, vendetta o aiuto.

Spettacolo Invisibili

Un progetto per valorizzare luoghi poco conosciuti

L’obiettivo di questa iniziativa è portare alla luce, insieme con inquietanti personaggi, nuovi percorsi da restituire alle varie città coinvolte. Luoghi meno conosciuti e quasi dimenticati. Arte, quindi, turismo, teatro, cultura e ricerca storica tra le città del Val di Noto. Una contaminazione voluta dal momento in cui entrano nella rosa dei personaggi protagonisti della storia di Scicli e di Palazzolo Acreide.  “E’ un progetto che parte da molto lontano – ha detto l’assessore alla Cultura di Noto Frankie Terranova – e che mette assieme avanguardia e territorio, le parole che abbiamo utilizzato quando è stata lanciata la candidatura del Val di Noto a Capitale Italiana della Cultura 2020. Siamo molto contenti della riuscita dell’opera teatrale che quest’anno ritorna dopo il successo dell’anno scorso e che, ci auguriamo, possa coinvolgere in futuro anche gli altri comuni del Val di Noto”.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Misteri e leggende, tappa a Palazzolo di “Invisibili” ultima modifica: 2018-09-03T09:23:34+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top