I PALAZZOLESI RACCONTANO PALAZZOLO ACREIDE

itPalazzoloAcreide

cibo curiositá news noi palazzolesi

La solidarietà, gli esempi concreti a Palazzolo

La pasta consegnata per solidarietà ai volontari

Duecento chili di pasta ma anche buoni spesa per generi di prima necessità. Qualcuno direbbe che i gesti di solidarietà devono restare in anonimato. Ma abbiamo deciso di raccontarvi qualche esempio di ciò che sta accadendo a Palazzolo. Perché queste esperienze possano essere da esempio per quanti vorranno rendersi utili per chi ha bisogno. E’ infatti attiva da alcuni giorni una rete di solidarietà. Un piano anticrisi fatto di associazioni, volontari, Protezione civile, istituzioni. Abbiamo raccontato di come alcune signore si siano ingegnate per realizzare artigianalmente delle mascherine gratuite. Oggi vogliamo raccontarvi di alcuni piccoli gesti significativi.

Pasta realizzata per solidarietà a Palazzolo
Loretana Puglisi e il figlio Paolo che hanno prodotto la pasta

La solidarietà speciale, la collaborazione di due aziende di Palazzolo

Con l’aumento dei cosiddetti “nuovi poveri” provocati dall’emergenza che stiamo vivendo, molte sono le persone che vivono in difficoltà. Per questo l’azienda “Pastificio Puglisi” ha deciso di produrre della pasta di semola di grano duro. E ha coinvolto in questa iniziativa il Molino San Paolo di Palazzolo, che ha fornito la farina. Un gesto semplice per supportare l’emergenza determinata dal Covid 19. “Non ci piace molto pubblicizzare questi gesti – racconta Loretana Puglisi – ma speriamo che ciò che abbiamo fatto possa servire da esempio per qualcun altro”.

Pasta donata dal pastificio Puglisi per solidarietà
La pasta donata alla Protezione civile

La rete di solidarietà a Palazzolo, l’iniziativa del Circolo Akrai

Hanno invece donato cinque buoni spesa per un totale di duecento euro i soci del Circolo Akrai. Le somme sono state consegnate all’assessorato ai Servizi sociali che le destinerà alle famiglie più bisognose. I buoni pasto sono stati acquistati in un supermercato di Palazzolo. Un piccolo gesto anche questo ma ricco di significato.  

La spesa sospesa e le donazioni dei privati

Ma la solidarietà è concreta anche da parte di privati cittadini. Alla Protezione civile infatti arrivano pacchi destinati alle famiglie in difficoltà. Come tanta farina donata nei giorni scorsi da un cittadino. E poi è operativa la “spesa sospesa” al supermercato. Ogni persona può acquistare beni di prima necessità e poi lasciarli all’ingresso dell’attività commerciale. Sarà compito dei volontari a fine giornata lavorativa raccogliere la spesa. La distribuzione avverrà poi in base alle esigenze raccolte.

Buoni Spesa
I buoni spesa del circolo Akrai per le famiglie bisognose

Le altre iniziative solidali

E continuano le iniziative che l’amministrazione ha avviato sul territorio. L’assessorato ai Servizi sociali insieme ai volontari che operano a Palazzolo si stanno mobilitando da settimane. Attivato un numero dedicato per i farmaci e la spesa a domicilio. L’attività promossa con le associazioni di volontariato presenti a Palazzolo (Protezione Civile, Templari Federiciani e Unitalsi). Il numero attivo è 0931472221 e di pronto intervento per gestire situazioni di criticità. Si possono contattare i volontari anche per la spesa (generi di prima necessità) e acquisto farmaci con consegna a domicilio. Le raccomandazioni poi restano invariate. Evitare di uscire di casa se non per fare la spesa o per andare in farmacia. I decreti sono stati diversi ma le raccomandazioni sono sempre in vigore. Un impegno concreto da parte di tutti per superare questa emergenza.

E tra i privati la raccolta nei condomini

E ci sono anche alcune famiglie di Palazzolo che si sono attrezzate nei loro condomini. Sulle scale hanno sistemato delle scatole per raccogliere prodotti e generi di prima necessità. Questi verranno poi dati alle famiglie in difficoltà. Un esempio che molti altri potrebbero avviare.

La solidarietà, gli esempi concreti a Palazzolo ultima modifica: 2020-04-03T09:00:00+02:00 da Federica Puglisi
To Top