itPalazzoloAcreide

artigianato associazioni cultura interviste noi palazzolesi

“Le api e gli applausi del Re”, primo libro per Miceli

Miceli E Il Libro

Il 2021 è considerato da tutti l’anno della svolta e delle novità. Da un mesetto circa possiamo trovare nelle cartolerie della nostra provincia il primo libro di Gianpaolo Miceli. Vicesegretario provinciale CNA e presidente Unifidi Sicilia Gianpaolo Miceli è da sempre al fianco degli imprenditori. Nel suo libro ”Le api e gli applausi del Re” ci racconta le ansie e le storie di tanti imprenditori del nostro territorio. C’è la sensibilità dell’autore di raccogliere l’esperienza umana che caratterizza la quotidianità di questi lavoratori.

Miceli da sempre al fianco degli imprenditori

“Il libro nasce da una personale necessità- ci racconta Miceli- di raccontare un pezzo di società spesso esaltata. Nei convegni ed interventi di addetti ai lavori. Ma quasi mai al centro delle decisioni che contano della storia repubblicana italiana. Parlo delle micro e piccole imprese con uno specifico richiamo ad alcune storie di quotidiano impegno ed ingegno di donne e uomini del sud est siciliano”.

Miceli
Gionpaolo Miceli

Miceli e il parallelismo tra le api e la classe imprenditoriale

Un racconto che nasce da un parallelismo tra le api e la classe imprenditoriale.  “Ho provato a fare questo percorso a tratti anche autobiografico – continua Miceli-. Secondo un parallelismo con una specie che in natura gioca un ruolo essenziale ma che rischia concretamente l’estinzione, le api. Così come le api rappresentano un sistema di sostenibilità per l’intero ecosistema del pianeta allo stesso modo i micro e piccoli imprenditori popolano le comunità e rappresentano un pezzo irrinunciabile della nostra economia. E’ l’ambito in cui si muovono i tanti artigiani, commercianti e piccoli imprenditori è un ecosistema anch’esso, quello della società moderna di un paese che forse ha rinunciato ad affrontare i tanti temi che lo riguardano in favore di una rendita di consenso sempre più immediata“.

Miceli
La copertina del libro

Storie quotidiane di uomini e donne

Tredici storie reali, ambientate a Siracusa, Sortino, Melilli, Canicattini Bagni, Palazzolo Acreide, Catania e Caltagirone. Esperienze connesse a temi cruciali come la tradizione, la differenza di genere, il passaggio generazionale, la valorizzazione del territorio, la legalità e la caparbietà”. Storie di donne e uomini che nel quotidiano hanno fatto sia l’impegno che l’ingegno sulla questione del genere, sulla legalità, la burocrazia, il credito. Temi molto cari a chi fa imprenditoria, ma che lascia degli aspetti drammatici da questa crisi pandemica. “Sono storie di imprese vere- conclude Miceli- con qualche richiamo anche alla mia personale storia. Lo scritto si conclude infine con una riflessione sull’eredità che ci lascia la pandemia, i nodi ancora irrisolti ed il surreale dibattito che neanche stavolta mette al centro le scelte e le azioni di lungo periodo per un paese che ha bisogno di guardarsi dentro e ritrovare la voglia di farcela”.

La speranza per il futuro migliore

Il libro è una speranza, soprattutto in questo momento di grave crisi pandemica. Vuole aprire uno sguardo al futuro e alle tante capacità individuali e collettive del nostro territorio che ci fa ben sperare. Dovrà essere anche uno stimolo alle nuove generazioni per non abbandonare la terra natia.

“Le api e gli applausi del Re”, primo libro per Miceli ultima modifica: 2021-03-09T09:00:00+01:00 da Massimo Puglisi

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x