curiositá

Le atmosfere del Medioevo, a Palazzolo il raduno degli sbandieratori

Festa San Michele a Palazzolo

Sbandieratori e musici a Palazzolo per il nono raduno interregionale. L’appuntamento atteso è in occasione della festa di San Michele. Sabato e domenica il paese rivive le atmosfere di un tempo dove gli sbandieratori e i musici attraversavano le strade per le feste. Un’iniziativa che si ripete da anni e nata dall’intuizione di Nello Costa, dell’associazione Cibele. Dai primi anni, infatti, il raduno è cresciuto permettendo così ai vari gruppi di raggiungere Palazzolo per questa occasione.

Il programma di quest’anno

La presentazione dei gruppi sarà venerdì 28 nella Sala verde del Municipio alle 17,30 alla presenza dell’amministrazione comunale. Sabato mattina alle 10,30 da piano Acre come da tradizione ci sarà il raduno con i gruppi di Alfieri e musici storici città di Servigliano e il gruppo Sbandieratori e musici Combusta Revixi di Corinaldo.

Il raduno degli sbandieratori a Palazzolo

 

Nel vivo della festa

Sabato sera alle 18 in occasione del Giro di gala i gruppi parteciperanno al corteo per il paese. Insieme a labaro, stendardi, bandiere e il complesso bandistico Akrai di Palazzolo. Domenica mattina alle 10 a piazza San Michele ci sarà il raduno dei due gruppi e il corteo sfilerà per il centro storico e il borgo medievale. In serata alle 19,30 in piazza San Michele lo spettacolo finale che animerà la festa.

La festa di San Michele

A settembre a conclusione delle feste dedicate ai santi, a Palazzolo c’è quella di San Michele, che liturgicamente si festeggia il 29, ma a Palazzolo la domenica successiva. Appuntamento centrale è il Festival della voce dei piccoli, un concorso canoro che vede la partecipazione di tanti bambini di ogni età esibirsi in piazza con brani di musica leggera soprattutto italiana, il sabato sera, vigilia della festa. La svelata del simulacro di San Michele avviene però proprio la vigilia del 29, tanto che questa festa dura quasi quindici giorni. La domenica poi c’è l’uscita del simulacro alle 13 tra i fuochi d’artificio e le ‘nzareddi colorate e poi in serata la processione serale.

La chiesa di San Michele a Palazzolo

L’ottavario in chiesa

Anche qui una settimana di iniziative in parrocchia per l’ottavario liturgico dedicato a san Michele, con il tradizionale meeting dei cori delle parrocchie, dedicato a don Sebastiano Baglieri, corali provenienti non solo dalle altre parrocchie ma anche da altri comuni della provincia che ogni sera animano la celebrazione, alternandosi, fino all’ottava la domenica successiva, giorno che chiude la festa, con la processione serale e poi la velata del simulacro. San Michele a Palazzolo si festeggia anche nel mese di maggio con alcune celebrazioni liturgiche che coinvolgono la comunità parrocchiale.

La chiesa

La chiesa di San Michele venne ricostruita dopo i danni subiti con il terremoto del 1693. All’esterno la facciata si trova una scalinata mentre la facciata è molto semplice. Due colonne incorniciano il portale centrale, e sono in stile corinzio, presenti anche due nicchie a conchiglia. L’interno è a tre navate, ha gli archi laterali a tutto sesto e le colonne, di pietra bianca e a fusto liscio, con capitelli corinzi. L’altare maggiore ha marmi policromi. Nella navata di destra si trovano quattro piccoli altari tra semicolonne binate. Nella navata laterale sinistra ci sono due altari.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Le atmosfere del Medioevo, a Palazzolo il raduno degli sbandieratori ultima modifica: 2018-09-25T09:06:05+00:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top