arte artigianato luoghi di interesse NOI PALAZZOLESI

Una macchina del tempo per usi e costumi nobiliari a Palazzolo

Museooo

Ripercorrere usi e costumi delle famiglie gentilizie del passato attraverso usi e costumi. È questa la mission del Museo delle Tradizioni Familiari di Palazzolo Acreide. Collocato nella splendida cornice barocca di Palazzo Rizzarelli – Spadaro, rappresenta davvero un unicum nel suo genere.

Palazzo Rizzarelli – Spadaro

Il Museo delle Tradizioni Nobiliare è ospitato in uno dei più begli edifici barocchi del settecento, il Palazzo Rizzarelli – Spadaro. Questo palazzo appartiene ad una famiglia aristocratica della Val di Noto, gli Spadaro, che aveva possedimenti anche a Palazzolo Acreide. Il palazzo ha subito ingenti danni in occasione di un bombardamento durante la Seconda Guerra Mondiale, e presente un retro moderno ricostruito. La scelta di non tener fede allo stile originario durante la ricostruzione vuole essere un monito contro i conflitti, andando a porre l’accento sui danni enormi che questi fanno anche ai beni culturali.

Abiti 1

Abiti

La facciata del palazzo è caratterizzata da pilastri in pietra bianca, con tre portoncini sovrastati da un balcone. Nella parte danneggiata le uniche parti che si sono salvate sono un balcone barocco e piccoli bassorilievi.

Il Museo delle Tradizioni Nobiliari

Qualche anno prima del riconoscimento dell’UNESCO, che nel 2002 inserì Palazzolo Acreide nel Patrimonio dell’Umanità, la nobile piemontese Augusta Zabert Colombo decise di trasferirsi a Palazzolo Acreide e comprare un vecchio palazzo nobiliare ormai in rovina e trasformarlo in un museo. In questo palazzo allestì l’esposizione degli oggetti provenienti da cinque generazioni della sua stessa famiglia. Una collezione molto ampia riguardante abiti, fotografie e oggetti vari. La signora Zabert Colombo, inoltre, si è anche preoccupata di conservare tutti gli oggetti rinvenuti nel palazzo, come libri, manoscritti e abiti ricamati.

Soprattutto questi ultimi oggetti sono un grande modello per la proprietaria, che è una grande cultrice dell’arte del ricamo. L’arte dell’emulazione ha permesso alla donna di fermare il tempo, riproducendo temi e disegni antichi, creando complementi d’arredo in una chiave, però, molto moderna. I ricami della signora Zabert Colombo sono stati esposti in tutto il mondo, venendo anche acquistate da personalità importanti.

Il Museo delle Tradizioni Nobiliari di Palazzolo Acreide è affiancato da spazi polifunzionali, un bed&breakfast e sale per convegni. È possibile visitarlo su appuntamento. Si trova in via Spadaro 2 a Palazzolo Acreide e vi riportiamo qui i suoi contatti:

Telefono: 0931 1811045 – Cellulare: 3336098126.

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.

Una macchina del tempo per usi e costumi nobiliari a Palazzolo ultima modifica: 2018-12-15T12:38:07+02:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top