curiositá

Natura e arte, a Palazzolo i camminatori della Traversale Sicula

La vecchia stazione ferroviaria di Palazzolo Acreide

Un percorso tra natura e storia. Fa tappa a Palazzolo domenica e martedì il cammino ibleo. Due giorni all’insegna del turismo naturalistico ed esperienziale. Ci saranno i camminatori di Natura Sicula e i camminatori dell’antica Trasversale Sicula. L’iniziativa fa parte dell’Anno europeo del patrimonio culturale. Il cammino raggiungerà anche gli altri comuni iblei. I camminatori sono partiti da Mozia e percorreranno un territorio fatto di 8 province, 55 comuni, sei parchi archeologici, 47 siti di interesse storico, riserve naturali, musei, centri storici.

Il programma di domenica

I primi camminatori arriveranno domenica e attraverseranno l’antico tracciato che fino agli anni Cinquanta caratterizzava la vecchia ferrovia. Il treno percorreva le zone di Floridia, Solarino, Fusco, Pantalica, Cassaro/Ferla, Palazzolo, Buscemi e, poi Giarratana, Vizzini e Ragusa. A guidare il gruppo Fabio Morreale. Nel pomeriggio l’accoglienza in piazza del Popolo.

Un rudere dell'ex stazione ferroviaria di Palazzolo Acreide

Il programma di martedì

Nella seconda giornata, martedì, arriverà il gruppo della Trasversale sicula. L’arrivo alle 11 in piazza del Popolo. E’ un percorso che collega  Camarina, Pantalica, Akrai, Palikè, Morgantina, il lago di Pergusa e la Rocca di Cerere, Entella, Hippana, Mokarta, Segesta e Mozia. Come ha sottolineato l’assessore comunale al Turismo Maurizio Aiello i viaggiatori arriveranno a Palazzolo dove pernotteranno. Poi con la Pro Loco, allo staff turismo e all’Archeoclub visiteranno il paese.

Il progetto di recupero della vecchia ferrovia

Palazzolo insieme ad altri comuni del comprensorio ha tentato la strada del finanziamento regionale per la realizzazione di una green way. La pista ciclabile permetterebbe di attraversare gli itinerari delle vecchie stazioni della Valle dell’Anapo e di Pantalica. Dei percorsi ricchi di storia, dei territori dove la natura è incontaminata e dove l’ecosistema conserva ancora il suo fascino. L’obiettivo è permettere che l’antica Valle possa essere valorizzata e raggiunta da un turismo in bicicletta sempre più richiesto da migliaia di turisti che raggiungono la provincia. Lo scorso anno è stato stipulato un protocollo tra la Provincia di Siracusa e i comuni di Buscemi, Cassaro, Ferla. Il paesaggio della Valle dell’Anapo.

La zona coinvolta

Il tratto interessato è quello della linea ferroviaria dismessa “Siracusa-Ragusa -Vizzini Val d’Anapo” compreso tra la ex stazione ferroviaria di Cassaro Ferla e quella di Buscemi, un percorso di circa 9 chilometri. Il finanziamento è stato presentato all’assessorato regionale al Territorio e Ambiente.

La visita al sito di Akrai promossa da Archeoclub Palazzolo Acreide

Un itinerario naturalistico

Uno degli itinerari più affascinanti da fare a Palazzolo è quello naturalistico che porta alla visita della Valle dell’Anapo, dall’antica stazione che collega i vari comuni di Palazzolo, Cassaro, Ferla e Sortino, attraverso la Riserva naturale di Pantalica. L’area ha una ricca vegetazione a macchia arbustiva; platani orientali, pioppi neri e bianchi, salici, querceti, lecci. Ricche sono anche le fioriture primaverili, con iris, crochi, asfodeli e orchidee selvatiche. Tanti gli animali che abitano la Valle: volpi, conigli, istrici, uccelli, poiana, aquila, rettili.

Il percorso verso Pantalica

Attraverso alcuni sentieri si può raggiungere Pantalica con le sue tombe a grotticella ricavate nelle pareti rocciose. Il sito della Valle dell’Anapo è ideale per una gita naturalistica alla scoperta dell’ambiente che circonda Palazzolo. Si può raggiungere a piedi, in automobile o in bicicletta l’area della vecchia stazione, lasciare il mezzo e continuare il percorso a piedi. Per arrivare alla Valle dell’Anapo occorre utilizzare la circonvallazione, via Antonino Uccello, che poi diventa statale 287 all’uscita di Palazzolo. All’altezza dell’ampia scogliera che costeggia Palazzolo si trova una stradina che porta direttamente alla zona.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Natura e arte, a Palazzolo i camminatori della Traversale Sicula ultima modifica: 2018-11-08T09:09:43+00:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top