Palazzo Sardo, esempio di architettura palazzolese - itPalazzoloAcreide

itPalazzoloAcreide

arte edifici storici monumenti

Palazzo Sardo, esempio di architettura palazzolese

Palazzo Sardo: i Telamoni

Il Palazzo Sardo, sito in via San Sebastiano, è uno fra i palazzi palazzolesi più belli, costruito nei primi del 1900 e progettato da un eccellente tecnico del luogo, Portuese il quale disegnò molte delle costruzioni della Palazzolo del ‘900. Lo studio pubblicato in Studi Acrensi (III, 1996-2004) e scritto da Santi Rametta, intitolato Il Palazzo Sardo a Palazzolo Acreide ed una dimenticata opera del Moschetti ha descritto in maniera particolareggiata la storia e di coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’opera.

Tipologie architettoniche

Rametta dice che “Le tipologie architettoniche informano sul panorama culturale di un luogo, sulla vita sociale, sull’economia e sulla diversificazione tra ceti. L’architettura dei palazzi signorili, nella cittadina acrense ci riconduce alle aspettative sociali dei ceti emergenti”. Ma anche si consolidavano le prerogative della piccola nobiltà, grazie alle facciate dei palazzi che li differenziavano dal popolino.

Il punto di vista grafico: Portuese

Il Palazzo Sardo  risente del gusto floreale del secolo precedente. Il Portuese reinterpreta quel gusto floreale con raffinatezza. I manovali che si adoperarono a scolpire la facciata sono “due tra i più valenti scalpellini della scuola palazzolese: Paolo Calleri e Antonino Gibilisco”. L’opera progettata dal Portuese unisce elementi classici con gli elementi floreali. Inoltre il palazzo novecentesco non era costruito  soltanto a scopo abitativo, ma anche a scopo economico. Infatti una parte era adibita a cine-teatro, ancora oggi in funzione. Sul muretto della tribuna del cinema troviamo un bassorilievo che è attribuito al Moschetti: si tratta “di uno stemma sorretto da due putti e attorniato da festoni di fiori e nastri”.

La facciata del Palazzo Sardo

La nobile famiglia Sardo per  decorare ulteriormente il palazzo chiamarono artisti provenienti da centri importanti. Un artista, nato a Roma nel 1879 e morto a Catania nel 1960, è stato Moschetti. Questi era uno scultore che realizzò gli elementi principali dell’edificio e cioè i due Telamoni presenti nel prospetto.

Palazzo Sardo: i due telamoni
Palazzo Sardo: particolare dei due Telamoni

Significato di Telamoni

 Si chiamano telamoni le figure virili impiegate nelle architetture a sostegno di trabeazioni o cornici e nella scultura decorativa a sostegno di vasi o altro. È spesso alternato al termine ‘Atlante’, dal Titano che sorreggeva il cielo, La spiegazione in architettura si deve a Vitruvio che la fa derivare da una guerra greca: dopo la battaglia di Platea, infatti, gli Spartani edificarono un portico sostenuto da statue rappresentanti i prigionieri persiani, ma questa tipologia di sostegno a figura umana la si incontra già nella civiltà egizia e la si ritrova poi nella storia dell’architettura in moltissime varianti a partire dalla Magna Grecia, fino ad esempi rinascimentali, barocchi e neoclassici. Tutti i telamoni hanno le braccia alzate al disopra del capo o le mani appoggiate ai fianchi, e si nota in essi lo sforzo di sopportare un peso, in contrasto con l’aspetto sempre calmo delle cariatidi.

Palazzo Sardo: Particolare del Telamone
Palazzo Sardo particolare del Telamone

I Telamoni del Palazzo Sardo

«I due telamoni -scrive Rametta- sono leggermente diversi e sono posti ai lati del portale e reggono la mensola del balcone principale. Assomigliano ai telamoni del quartiere nomentano di Roma, sono un unicum nella cittadina iblea. Nell’insieme al vasto repertorio architettonico sono simili e paragonabili a quelli che troviamo nelle grandi città italiane». L’opera del Moschetti fu ammirata da molti scultori- scappellini e dalle manovalanze locali perché, dice Rametta, “la tecnica da lui operata permetteva di realizzare forme difficilmente eseguibili con l’arte di intagliare la pietra, che come si sa essendo basato sul cavare parte di materiale da un grande blocco non poteva avere lo stesso risultato finale”.

Palazzo Sardo, esempio di architettura palazzolese ultima modifica: 2022-02-07T09:00:00+01:00 da Luisa Itria Santoro

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Bellissimo!

Julieta B. Mollo

Bellissimo!

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x