curiositá

Palazzolo in miniatura, per il Natale visita ai presepi di Leone

Giovanni Leone con uno dei presepi alla Casa museo di Palazzolo

Palazzolo in miniatura come un antico presepe. In esposizione permanente e adesso per il Natale visibili per i visitatori sono i tre presepi donati alla Casa museo Antonino Uccello.

Una speciale donazione

I presepi sono stati realizzati negli anni scorsi dal palazzolese Giovanni Leone. Ricostruiscono in miniatura alcune zone di Palazzolo in epoche diverse. Sono state realizzate per ricordare il territorio e farne conoscere la storia. In dettaglio, infatti, si possono notare tre periodi diversi dell’evoluzione di Palazzolo.

Il primo

Uno dei presepi risale al periodo della fondazione di Akrai fino al mille d.C.. Sono riprodotti in piccolo e con molti particolari il teatro greco, la zona archeologica, i Santoni, le neviere, il bouleuterion.

Il secondo presepe

Un altro presepe ricostruisce il periodo di Palazzolo dall’anno mille al 1693, cioè a prima del terremoto che distrusse molti monumenti di Palazzolo. In dettaglio Leone ha rappresentato la zona medievale, con la ricostruzione del castello, della Valle dell’Anapo, del Mulino ad acqua.

Il terzo presepe

L’ultimo presepe rappresenta Palazzolo dal Settecento al Novecento. Ricostruiti alcuni edifici sacri come l’Immacolata, l’Annunziata, la Torre dell’Orologio, Fontanagrande, il trappeto, ma anche strade, scale, porticati, viuzze.

La particolarità di questi presepi

Leone non ha soltanto riprodotto alcune caratteristiche architettoniche di Palazzolo ma anche ricostruito alcuni interni. E quindi si possono guardare riprodotte sedie, mobili, quadri e dettagli della vita contadina di un tempo. A livello temporale il primo presepe ad essere realizzato è il terzo, quello che raffigura il centro urbano in età contemporanea, il secondo quello sulla zona archeologica, infine il terzo quello del periodo medievale.

Il materiale e le tecniche usate

Dovizia di dettagli anche nell’utilizzo di materiali per realizzare questi presepi. Leone ha usate varie tecniche e materiali, come la terra, la carta, la colla, i tessuti. “E’ stato un progetto portato avanti per riscoprire il territorio – ha raccontato Leone lo scorso anno – per conservarne la memoria. Donarli alla casa museo ha un significato importante perché questo luogo racconta la storia di Palazzolo e le sue tradizioni contadine”.

Altri dettagli di un presepe di Leone alla Casa museo di Palazzolo

Le iniziative per il Natale

E anche quest’anno in occasione del Natale si potrà fare un percorso all’interno della Casa museo e ammirare i tre grandi presepi. Inoltre venerdì 14 dicembre ci sarà alle 17,30 la presentazione del volume “Piante spontanee alimentari” di Fabio Morreale, con la partecipazione del cuoco Andrea Alì.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Palazzolo in miniatura, per il Natale visita ai presepi di Leone ultima modifica: 2018-12-06T15:36:10+00:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top