I PALAZZOLESI RACCONTANO PALAZZOLO ACREIDE

itPalazzoloAcreide

storia

Santoni di Palazzolo, più vicini i lavori al sito

Santoni di Palazzolo un sito da riscoprre

Recupero, valorizzazione e fruizione dei Templi ferali e dei Santoni adesso ci siamo. Sembra davvero concludersi positivamente stavolta, il lungo iter per i lavori sul sito. I Santoni sono le grandi strutture rupestri che si trovano alla periferia di Palazzolo. Da troppo tempo inaccessibili perché in condizioni di sicurezza non ottimali. Questo progetto permetterà ai Santoni di Palazzolo di tornare al loro antico splendore. E soprattutto di rendere fruibile il sito.

Il complesso archeologico dei Santoni di Palazzolo Acreide
I Santoni di Palazzolo come si trovano oggi

Santoni di Palazzolo, ecco cosa prevedono i lavori

L’intervento nel sito prevede, in sintesi, la realizzazione di una zona servizi con bagni per i turisti e biglietteria per i custodi. Inoltre il rifacimento del percorso che porta alle sculture con illuminazione artistica, la sistemazione e valorizzazione del sito anche con elementi di arredo. La sostituzione totale delle attuali teche in legno con strutture in vetro e illuminazione interna per risaltare la bellezza delle sculture. “Si esprime soddisfazione – sottolinea l’ex sindaco di Palazzolo Carlo Scibetta – per la pubblicazione del decreto n.4437 del 16/10/2019 di approvazione in linea amministrativa del progetto di “Recupero, valorizzazione e fruizione dei Templi ferali e dei Santoni”. E prenotazione sul bilancio regionale dell’importo di 1 milione e mezzo di euro”. Il progetto esecutivo, fortemente voluto dalla precedente Amministrazione, era stato inserito con deliberazione di Giunta Regionale n.29 del 21/01/2017 tra quelli finanziati a valere sui fondi del “Patto per la Sicilia”.

Dopo i lavori si punterà alla fruizione del sito

Dopo i lavori l’importante sito archeologico ritornerà ad essere fruibile tutti i giorni anche nelle ore serali. E questo permetterà anche un incremento di presenze turistiche. Il sito infatti è unico nel suo genere. Sono tanti i visitatori che raggiungono Palazzolo e vorrebbero ammirare i Santoni. Il mistero che racchiude queste dodici statue rupestri è unico.

Un particolare della mostra sui Santoni di Palazzolo
Le immagini sui Santoni di Palazzolo

Cosa raffigurano i Santoni di Palazzolo

Il grande complesso di sculture rupestri si trova all’uscita di Palazzolo, poco vicino alla zona archeogologica di Akrai. Le sculture sono racchiuse in dodici ampie nicchie scavate nella roccia, undici poste sullo stesso livello e una posta su un livello più basso. L’impianto architettonico regolare il cui carattere unitario ha consentito di identificare il luogo come un santuario e non come un aggregato di rilievi aventi carattere votivo.  Negli anni il ritrovamento di lucerne, olle e piccole patere ha consentito, inoltre, di identificare il sito come sede di culto. Si racconta che fosse dedicato al culto della Dea Cibele.

Un iter lungo che ha coinvolto tante persone

“E’ doveroso ringraziare – aggiunge Scibetta – tutti coloro che hanno consentito il raggiungimento di quest’importante obiettivo per la nostra Comunità e l’intero territorio provinciale. In particolare l’onorevole Vincenzo Vinciullo, allora Presidente della Commissione Bilancio all’Assemblea Regionale Siciliana, la dottoressa Rosalba Panvini, allora Soprintendente di Siracusa, i tecnici della Soprintendenza di Siracusa (architetto Giuseppe Armeri, Progettista e dottore Paolo Tiralongo, Responsabile unico del procedimento). L’allora assessore ai Lavori pubblici, ingegnere Rodolfo Guglielmino. Un riconoscimento anche a coloro che hanno sollecitato recentemente l’emissione del decreto, tra questi l’attuale Soprintendente dottoressa Irene Donatella Aprile, l’architetto Calogero Rizzuto, direttore del neo Parco Archeologico della Neapolis, Eloro e Akrai”.

Adesso la gara

Il passo finale per dare il via ai lavori adesso è l’affidamento di essi tramite una gara di appalto. “Adesso confidiamo – rileva Scibetta – nella professionalità e nell’efficienza della Soprintendenza ai BB.CC. di Siracusa che curerà l’appalto dei lavori e seguirà la realizzazione delle opere”.

Santoni di Palazzolo, più vicini i lavori al sito ultima modifica: 2019-10-21T09:00:41+02:00 da Federica Puglisi
To Top