arte

Teatro classico, i giovani scoprono i testi antichi

Img 20180604 Wa0006

Il teatro classico alla portata anche dei più piccoli. A Palazzolo al Festival internazionale classico dei giovani grande successo per lo spettacolo “Baccanti” di Euripide. Protagonisti gli alunni dell’Istituto comprensivo Vincenzo Messina. E’ il quarto anno che la scuola partecipa al festival di Akrai. Il merito al lavoro avviato dai docenti per far riscoprire la classicità e i temi attuali raccontati dalle tragedie. E gli studenti hanno riposto bene, come racconta l’insegnante Alessandro Caldarella, che ha firmato la regia. “Abbiamo cercato di mantenere fedeltà al testo – dice – ma adattandolo all’età dei ragazzi. Tanti i simboli che restano e che raccontano questa tragedia nota”. Di scena 9 alunne del plesso Fava e 31 della scuola secondaria di Primo grado.

Gli studenti di scena con Baccanti al teatro di PalazzoloFoto di Gian Luigi Carnera

 

Gli studenti che hanno recitato a Palazzolo

I protagonisti

Il coro delle Baccanti era composto da Roberta Acquaviva, Anastasia Alibrio, Martina Altomare, Sveva Biondini, Anastasia Bologna, Elena Bologna, Giorgia Brischitti, Adele Caligiore, Chiara Castiglia, Claudia Corradino, Federica Fava, Federica Giangravè, Tea Grimaldi, Alessia La Terra, Gaia Leone, Giulia Lozito,  Marta Lozito, Ginevra Nicastro. E poi Lucia Nigro, Giuliana Peluso, Serena Pirruccio, Miriam Salonia, Giulia Sandalo, Alessia Santoro, Myriam Savasta, Elisabetta Siracusa, Alessandra Spadaro, Francesca Sortino. Un elemento fondamentale è stato il ballo curato e creato dalle alunne Roberta Acquaviva, Elena Bologna, Lucia Nigro, Elisabetta Siracusa. Le ballerine sono state: Elisabetta Siracusa, Roberta Acquaviva, Elena Bologna, Lucia Nigro, Martina Altomare, Giuliana Peluso. E poi Serena Pirruccio, Myriam Savasta, Chiara Castiglia, Anastasia Alibrio, Ginevra Nicastro, Giulia Sandalo. Tra gli altri interpreti: Daniele Centorbi in Penteo, Marco Vitolo in Dioniso e straniero, Marta Lozito in Agave, Gaia Leone in Corifea, Samuele Genovese in Cadmo, Marcello Brischitti e Alessandro Pantano i messaggeri, Giuseppe Gallo, Luca Fargione, Sebastiano Ziccone nelle guardie, Alessandro Caldarella in Tiresia.

Gli studenti di scena a Palazzolo in Baccanti

Il significato del dramma

La regia, riduzione e adattamento sono state realizzate da Caldarella, coordinamento di Lucio Interlandi. Coreografia di Roberta Acquaviva, Elena Bologna, Lucia Nigro, Elisabetta Siracusa. La musica di Marco Caldarella. Scenografia di Luca Fargione, Sebastiano Ziccone. I costumi di Margherita Caccamo e associazione “Creare insieme”. La locandina è di Giulia Lozito. Il coordinamento della dirigente scolastica Egizia Sipala. “Il vero senso delle Baccanti – racconta Caldarella – è lo splendore della fantasia e della resa poetica di questa leggenda di cui Euripide, sulla soglia della morte, ci ha lasciato il documento più alto e suggestivo. Ringrazio il dirigente scolastico Egizia Sipala che considera questo progetto teatro fra le eccellenze che la scuola possiede e da quattro anni mi dà piena fiducia”. Alcuni protagonisti di Baccanti al teatro di PalazzoloAltri studenti di scena a Palazzolo al teatro

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Teatro classico, i giovani scoprono i testi antichi ultima modifica: 2018-06-06T08:34:36+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top