curiositá

Brand, moda e stile a Palazzolo con le sorelle Emmolo

Gloria E Leandra Emmolo e il loro brand

Due sorelle accomunate dalla stessa passione per la moda con l’obiettivo di farla diventare un lavoro. Loro sono Leandra e Gloria Emmolo, due giovanissime di Palazzolo. Una ha 27 anni e l’altra 22. Una cuce e l’altra disegna abiti fatti su misura, con la supervisione della loro nonna Maria, dalla quale per certi aspetti tutto ha avuto inizio. La donna, infatti, è una sarta e loro hanno appreso da lei le prime tecniche che sono diventate la base dei loro studi. Da qui l’idea di creare un brand.

Gloria e Leandra Emmolo e il loro brand

Gloria e Leandra Emmolo a lavoro

La campagna di crowdfunding per il brand

Le due giovani palazzolesi sono state selezionate dall’Impact hub di Siracusa tra i tre progetti da avviare per una campagna di crowdfunding finalizzata alla creazione di un brand e alla registrazione del loro marchio. La presentazione della campagna è avvenuta nei giorni scorsi a Siracusa e adesso le due sorelle puntano a coinvolgere i tanti utenti del web in questa loro raccolta fondi.

La loro storia e il legame con la nonna

“Siamo cresciute nella bottega della nonna – raccontano – sarta da 50 anni e abbiamo da sempre vissuto quella realtà”. Gloria disegna gli abiti ed era ciò che già faceva da piccola: lei disegnava e la sua nonna realizzava il suo abito. Così la passione è cresciuta tanto da spingerla a iscriversi all’Accademia delle belle arti di Catania al corso di “Fashion design” ed è già al terzo anno “da sempre ho voluto fare questo – spiega – e adesso lo sto realizzando”.

A Leandra è sempre piaciuto cucire, ma ammette di avere avuto poca pazienza tanto da aver scelto di studiare al liceo Psicopedagogico. Dopo il diploma la scelta di iscriversi in Scienze economiche e bancarie ma al secondo anno una sorta di “crisi”. Sognava di realizzare capi, borse e così dopo la laurea ha deciso che la sua strada sarebbe stata diversa. Si è presa un momento di pausa e poi si è iscritta all’Harim, l’Accademia Euromediterranea di Catania al corso di Modellistica e confezione. “La mia laurea mi servirà comunque – sottolinea Leandra – per l’avvio dell’impresa e per gli aspetti economici da seguire”.

Abito del brand delle sorelle Emmolo

La nonna Maria alle prese con la realizzazione di un abito

Il successo

I capi disegnati da Gloria sono stati anche indossati dalla cantante Alice Caioli: infatti alla stylist Silvana Matarazzo sono piaciuti i suoi abiti e quindi ne ha realizzati alcuni per l’artista. Hanno poi le idee chiare anche su come debbano essere gli abiti: ascoltano molto le richieste delle loro clienti, e poi realizzano dei bozzetti. “Amiamo realizzare gli abiti fatti a mano e su misura – spiegano – siamo convinte che non debba essere la cliente ad adattarsi all’abito, ma l’abito alla donna, per questo ascoltiamo molto le nostre clienti per realizzare i loro sogni e il tutto viene personalizzato”.

Valorizzare ogni donna e il suo stile

Il loro obiettivo è infatti quello di valorizzare la figura della donna, attraverso la conoscenza della cliente, dei suoi gusti e delle sue aspettative, dando vita ad abiti unici capaci di esprimere pienamente l’identità di chi li lo indossa. “La nostra mission – osservano – è quella di far sentire bella ogni donna, di valorizzarla e di mettere in risalto i suoi punti di forza sempre, nelle grandi occasioni come nella quotidianità”.

Un brand destinato a fare strada

Credono quindi nei sogni e il loro pian piano nella moda si sta realizzando. “MadebyEmm” è già un brand conosciuto a Palazzolo soprattutto tra tante giovani ragazze che hanno scelto le due sorelle Emmolo per i propri abiti. “Abbiamo creduto nei nostri sogni – dicono con convinzione – e bisogna avere sempre il coraggio di seguirli”. E così il coraggio di altre giovani di Palazzolo che si scommettono restando nel loro paese.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Brand, moda e stile a Palazzolo con le sorelle Emmolo ultima modifica: 2019-03-27T12:49:35+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top