storia

La festa dell’Addolorata, a Palazzolo la tradizione

La festa dell'Addolorata a Palazzolo

La devozione per la Madonna Addolorata a Palazzolo. Sembra un controsenso festeggiare l’Addolorata, simbolo di sofferenza nell’arte sacra. Ma a Palazzolo è la terza festa in ordine temporale, ma da molti considerata la prima per l’importante devozione tra i fedeli. E’ una settimana ricca di funzioni religiose quella che si svolge da sabato 15.

I festeggiamenti di quest’anno

La festa inizia con il giorno della vigilia, con il giro di gala alle 18 con la presenza della “varetta” della Madonna. Poi l’arrivo in chiesa e la svelata tra le note intonate dai cori delle parrocchie in onore alla Madonna. Lungo via Garibaldi vengono allestite le bancarelle dei venditori ambulanti, mentre il quartiere si illumina con le caratteristiche luminarie. In serata poi in piazza Pretura la musica. Quest’anno si esibiranno Nick Luciani e Alice Caioli.

Il giorno della festa

Domenica il giorno della festa al mattino ci sono le messe e alle 13 l’uscita della statua della Madonna, che viene portata a spalla per il quartiere, per poi fare rientro nel primo pomeriggio in chiesa Madre. In serata la processione per il paese, mentre all’arrivo al viale Dante Alighieri c’è la caratteristica fiaccolata, lo spettacolo pirotecnico e poi il rientro nella chiesa di Sant’Antonio. In piazza ci sarà la musica dell’orchestra “La luna rossa”. Al passaggio della Madonna in piazza Pretura verrà intonata l’Ave Maria. Da lunedì a sabato l’ottavario in chiesa, con momenti di riflessione, di preghiera, che coinvolgono varie parti del quartiere. All’ottava, la domenica successiva, la processione serale, e poi il rientro e la velata del simulacro. Di mattina durante la celebrazione delle 11,30 verrà consegnato il premio “Ricordando Valentina”.

L'Addolorata alla Matrice

I riti nella Settimana Santa

Di recente la Madonna Addolorata esce anche durante la settimana santa. In parrocchia, infatti, si svolgono le varie funzioni dedicate ai riti della Quaresima e il venerdì prima della Domenica delle Palme la Madonna Addolorata viene svelata. Ma rispetto alla festa estiva qui è vestita con un manto nero in segno di lutto. Il simulacro rimane esposto per tutta la settimana santa, fino al Venerdì santo, quando viene portata in processione per il paese per la Via Crucis con il coinvolgimento di tutte le comunità parrocchiali. Il culto alla “Madonna Addolorata” risale presumibilmente al Medioevo, quando una Congregazione Monastica avviò il culto. La devozione è poi aumentata fino ad oggi.

Gli eventi collaterali alla festa di settembre

Venerdì 14 verrà inaugurata la mostra fotografica nel salone parrocchiale. In esposizione le foto storiche sull’Addolorata. Di sera in piazza Pretura un saggio accademico della palestra “Danziamo” e l’accensione delle luminarie. Poi il 15 c’è il raduno bandistico. Per il Giro di gala ci saranno la banda Mulè dell’istituzione musicale città di Noto del maestro Parisi, il corpo bandistico di Canicattini, maestro Liistro e il corpo bandistico Akrai città di Palazzolo del maestro Marco Garro.

L'Addolorata sull'altare della chiesa

 I giorni con Maria

Durante l’ottavario le serate saranno dedicate alla Madonna. Mercoledì 19 la “Via Matris” con l’ordine secolare dei Servi di Maria. Giovedì 20 alle 22 “laudi alla Virgo Fidelis” con i cori delle quattro parrocchie di Palazzolo. Venerdì 21 alle 22 “Fiaccolata” da viale Dante con l’Unitalsi di Palazzolo. Il programma e i dettagli della festa si possono visionare su https://www.facebook.com/virgodolens/

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

La festa dell’Addolorata, a Palazzolo la tradizione ultima modifica: 2018-09-13T09:10:44+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top