storia

Grande guerra, il ricordo di un soldato di Palazzolo al fronte

Conferenza Rotary sulla Grande guerra

Promuovere il recupero di storie e luoghi della memoria. Non una semplice ricorrenza ma una giornata dedicata al ricordo. Il Rotary Club Palazzolo Acreide Valle dell’Anapo ha promosso una serata dedicata al centenario della Prima guerra mondiale.

Gli interventi

L’obiettivo è stato quello di conservare la memoria e tracciare un’analisi e riflessione storica sul primo conflitto mondiale. All’evento hanno partecipato Salvatore Santuccio che ha parlato di “Case chiuse e tempo libero durante la prima guerra mondiale”, tracciando un’analisi del fenomeno. Rosa Savarino ha presentato l’esperienza al fronte di un soldato di Palazzolo dal gennaio 1915 all’agosto 1917. Franco Carracchia ha parlato dell’arte durante la guerra, intesa come letteratura e cinema, tracciando un’analisi sui poeti e scrittori impegnati al fronte o che hanno vissuto la grande guerra.

Guerra Mondiale

Recuperare la memoria

La serata ha puntato quindi al recupero della memoria storica, attraverso la riscoperta del patrimonio culturale, civile e militare. E proprio l’esperienza di un soldato al fronte è stata al centro dell’intervento di Savarino.

Il ricordo di un soldato di Palazzolo

L’obiettivo, come ha spiegato lei stessa è stato quello di dare vita a un percorso storico- culturale su base territoriale. Il lavoro è il frutto di una ricerca e di uno studio condotto sulle carte private – lettere e pagine di diario –  di Michelangelo Pantano, tenente morto al fronte nell’agosto del 1917. La città di Palazzolo dedicò il liceo classico proprio a lui. E questo si configura come un itinerario di conoscenza che unisca il territorio più a sud dell’Italia con il resto della Nazione e dell’Europa.

Prima Guerra Mondiale

La collaborazione tra due Rotary

L’evento è stato promosso dal Rotary club Palazzolo Acreide Valle dell’Anapo guidato da Edi Lantieri e da quello di Pachino di cui è presidente Lucia Amato. A moderare l’incontro Sebastiano Amato presidente della Società siracusana di storia patria. Lantieri ha sottolineato il ruolo di servizio svolto dal Rotary a livello internazionale ma soprattutto nelle comunità locali. Lucia Amato ha evidenziato come l’attività si svolge in continuità con altre manifestazioni patrocinate dal club nel corso degli anni per valorizzare la conoscenza e la ricerca della storia locale.

L’attenzione del Rotary club Palazzolo Valle dell’Anapo verso il ricordo

Qualche anno fa il club di Palazzolo ha donato al Comune una grande mappa del paese. Si tratta di una riproduzione della città al momento del bombardamento del 1943. In essa vi sono segnati i luoghi colpiti. E’ il frutto di una donazione effettuata da alcuni privati al Comune di Palazzolo. Infatti il quadro è stato riprodotto in scala e regalato all’ente da Salvatore Zesaro, Salvatore Cannata e Paolo Puglisi.  La donazione è avvenuta in occasione del 4 novembre. Alcuni giorni dopo il quadro è stato sistemato al Comune, vicino al centralino, per fare in modo che chi voglia possa osservarlo e con uno sguardo magari più attento ripensare a quel periodo.

La donazione del quadro al Comune di Palazzolo Acreide

Il ricordo della seconda guerra

Il lavoro di ricerca è stato realizzato da Salvatore Zesaro, autore del ibro “Fu così”, che raccoglie alcune testimonianze di chi visse quei giorni del bombardamento. Da qui l’approfondimento che è stato fatto anche con la donazione di questo quadro.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Grande guerra, il ricordo di un soldato di Palazzolo al fronte ultima modifica: 2018-11-22T10:08:47+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top