arte

Più vicini i lavori per il sito di Akrai, via libera al finanziamento

Teatro greco di Akrai a Palazzolo Acreide

La valorizzazione e fruizione della zona archeologica di Akrai. L’atteso finanziamento è arrivato. La Regione, attraverso i fondi europei, ha destinato 845 mila euro per il sito. Il progetto è stato presentato dal Polo regionale di Siracusa per i siti ed il museo archeologico – Museo archeologico regionale “Paolo Orsi” di Siracusa.

In cosa consiste

Da molti anni la zona archeologica di Akrai aveva bisogno di interventi. Il progetto già esecutivo riguarda la valorizzazione e fruizione. Il tutto attraverso la sistemazione e messa in sicurezza di percorsi di visita, miglioramento accessibilità. E questo avverrà con l’abbattimento delle barriere architettoniche e adeguamento funzionale delle aree esterne di pertinenza dell’area archeologica. Adesso l’iter è quasi completo. Basterà fare la gara per assegnare i lavori.

Akrai - zona archeologica

La storia del sito

L’area archeologica di Akrai è la testimonianza delle radici greche di Palazzolo. E’ composta dal teatro greco, dal bouleuterion, da un antico asse viario, dai ruderi del tempio di Afrodite, dalle Latomie. Fondata dai coloni corinzi intorno al 664/663 a.C., settant’anni dopo la fondazione di Siracusa. La parte più suggestiva è il suo teatro greco non a caso definito da Ettore Romagnoli il “Teatro del cielo”, per l’incredibile impatto visivo che suscita nel visitatore. Presenta circa 700 i posti a sedere e la sua datazione risalirebbe alla seconda metà del III sec. a.C. Il teatro è dotato di un’orchestra e sulla gratinata vi è un cunicolo che collegava il teatro con il bouleiterion. Tre sono le latomie presenti. L’Intagliata è la più grande e al suo interno ci sono numerosi ipogei e sepolture di età cristiana. L’Intagliatella è caratterizzata da nicchie votive e tombe di varie epoche.

La zona archeologica oggi

E’ considerato il monumento più importare di Palazzolo. Registra ogni anno migliaia di visitatori in ogni stagione. E’ sede di tanti eventi teatrali. Tra questi il più importante è il Festival internazionale del teatro classico dei giovani, che si svolge a maggio. Ma spesso il teatro non si trova in ottime condizioni. Necessari interventi di manutenzione per ripulirlo e renderlo sicuro.

I Santoni verso la riqualificazione

E un altro sito legato alla zona archeologica di Akrai è quello dei Santoni. Un luogo unico nel suo genere, dove sono custodite dodici sculture rupestri dedicate al culto della Dea Cibele. Attualmente non è possibile visitarlo. Si attende l’avvio dei lavori. Il sito, infatti, ha ottenuto un finanziamento di circa un milione e 500 mila euro per i lavori che serviranno per la fruizione. Si attende soltanto l’ok definitivo da parte della Regione e poi i lavori potranno partire. I finanziamenti rientrano nelle somme del Patto per il Sud, assicurati dalla Regione anche per altri interventi importanti su Palazzolo. Prevista la realizzazione di una nuova copertura a protezione delle sculture. Inoltre ci sarà la messa in sicurezza del percorso con un impianto di illuminazione per la fruizione dell’area nelle ore serali. Miglioreranno anche i servizi igienici con una struttura che verrà realizzata e ci sarà una biglietteria. Qualche anno fa è stato istituito un biglietto unico per permettere di visitare sia i Santoni che Akrai.

Akrai - Studenti in scena al teatro di Palazzolo per il Festival

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Più vicini i lavori per il sito di Akrai, via libera al finanziamento ultima modifica: 2018-09-17T09:43:10+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top