curiositá

Un quadro per San Sebastiano, il dono di un’artista palazzolese

Valentina Iocolano

E’ la festa liturgica per eccellenza. Poco folclore ma spazio alla fede e alla devozione. Palazzolo da sabato festeggia San Sebastiano, la festa invernale dedicata al protettore del paese. Quest’anno poi ha un sapore diverso perché si torna a celebrarlo nella basilica di piazza del Popolo riaperta dopo i lavori di restauro. Infatti lo scorso anno la festa si è svolta nella chiesa di San Francesco.

san Sebastiano

La svelata di San Sebastiano tra le grida dei devoti. Fonte: pagina Facebook della festa

Il dono di una giovane artista

E proprio in occasione dei festeggiamenti la giovane artista palazzolese Valentina Iocolano ha donato alla comunità parrocchiale di San Sebastiano una sua opera. E’ un segno di devozione verso questo grande santo nell’imminente festa invernale e in ricordo del martire. L’artista ha realizzato una pirografia con materiale compensato di betulla, dimensione 50X50 cm. Il quadro è stato donato nei giorni scorsi al comitato alla presenza del parroco don Angelo Caligiore.

I festeggiamenti

La comunità parrocchiale festeggerà San Sebastiano da sabato 19 gennaio. Ci sarà la tradizionale vigilia della festa invernale con alle 17,30 la recita del rosario e a seguire la celebrazione della messa. Alle 19 l’attesa “Svelata” del miracoloso simulacro del santo, accolto sull’altare maggiore dalle grida di centinaia di devoti. A seguire ci saranno i vespri e il bacio della reliquia del martire.

San Sebastiano

La catena umana durante la salita di via Fiumegrande

Domenica si ricorda il martirio

E come nel calendario liturgico il 20 gennaio si ricorda il martirio del santo, domenica c’è la grande festa. Al mattino alle 9 e alle 11 ci saranno le messe. Alle 17,30 la recita del rosario in onore del protettore e alle 18 la santa messa con Panegirico con la partecipazione delle autorità civili e militari. La celebrazione sarà presieduta dal parroco di Buccheri don Marco Ramondetta. Alle 19 ci sarà l’uscita e la processione della sacra reliquia del martire sul carro trionfale per le vie principali della città. All’arrivo in piazza del Popolo ci sarà la processione con le candele e al rientro lo spettacolo pirotecnico a cura della ditta Fuochi Chiarenza da Belpasso che chiuderà la giornata di festa. In caso di pioggia la processione si svolgerà lunedì 21 gennaio alla stessa ora.

L’ottavario

Per tutta la settimana fino al 26 gennaio ci sarà il solenne ottavario dedicato a San Sebastiano. Al mattino la messa alle 9. Al pomeriggio alle 17,30 il rosario e la messa. Il 26 gennaio è il giorno dell’ottava. Dopo la messa serale ci sarà la velata della statua che sarà custodita nella sua cameretta fino ai festeggiamenti di agosto.

La curiosità sulla statua di San Sebastiano

Quest’anno in occasione della commemorazione del terremoto del 1693 si è ricordato un fatto insolito che avvenne quell’11 gennaio. Il sisma distrusse tanti monumenti e chiese. Ma la statua di San Sebastiano venne ritrovata intatta tra le macerie della chiesa diroccata. I fedeli colpiti da questo avvenimento gridarono al miracolo e proclamarono il santo protettore della popolazione.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.

Un quadro per San Sebastiano, il dono di un’artista palazzolese ultima modifica: 2019-01-16T12:18:42+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top