storia

Guerra mondiale, Palazzolo ricorda i fatti del 1943

Cropped Ricordo Guerra Al Corso.jpg

C’è un pezzo di storia che ogni anno viene ricordata. Per farne memoria soprattutto tra le nuove generazioni. Durante la seconda Guerra mondiale ci fu un terribile bombardamento a Palazzolo. Alcuni giorni che destarono paura tra i residenti e che rimasero come ricordo indelebile di quel terribile conflitto. E in questi anni per non dimenticare vengono promossi dei momenti dal Comune con la partecipazione delle scuole.

Guerra mondiale e il bombardamento

Palazzolo è stato tra i pochi comuni della provincia di Siracusa ad aver ricordato quei giorni. Ma non solo la commemorazione del bombardamento, ma anche lo sbarco degli alleati in Sicilia. Infatti l’amministrazione ha deciso di  deporre la corona di fiori sotto la lapide di corso Vittorio Emanuele.

La deposizione della corona in ricordo delle vittime della seconda guerra mondiale
Il sindaco depone la corona in ricordo delle vittime del bombardamento

Guerre mondiali da ricordare, un evento con i bambini

La giornata ha visto la presenza dei bambini del grest estivo. Questo affinché  i piccoli delle nuove generazioni custodiscano il ricordo di quella parte di storia del loro paese. E’ stata così deposta una corona e dopo si è svolta una piccola “marcia della pace” fino al Viale delle rimembranze della villa comunale. Qui qualche anno fa sono state sistemate delle stele in pietra che riportano i nomi di quanti sono caduti durante il terribile bombardamento del 9 e 10 luglio e nelle due grandi guerre.

Parole di ricordo per quei giorni

Parole semplici, quelle usate dal sindaco Salvatore Gallo, dall’assessore Maurizio Aiello e dall’assessore Giovanna Scollo, per far capire ai piccoli l’importanza della storia e del ricordo. Ventidue furono i bombardieri americani, seicento le abitazioni distrutte,130 le vittime civili. “Il tempo fugge via veloce  – ha detto l’assessore Aiello –  per questo affidiamo il ricordo di un passato che non può essere dimenticato alle nuove generazioni”. Essere comunità è anche raccontare quel 9-10 luglio di vento, gli stenti e i sacrifici di quei giorni ai piccoli. Un percorso iniziato lo scorso anno ha ricordato l’assessore e che vede l’impegno in alcune giornate importanti. Il 4 novembre, il 2 giugno, nel ricordo di Giuseppe Fava e in tante date che fanno riscoprire il senso di comunità e la “bellezza del ritrovarci per ricordare”.

La mappa che riproduce il centro di Palazzolo colpito dal bombardamento della seconda Guerra mondiale
Una riproduzione della mappa del centro storico di Palazzolo

La mappa di Palazzolo sul bombardamento

E c’è al palazzo del Municipio una mappa particolare. Qualche anno fa venne donata da Salvatore Zesaro, Salvatore Cannata e Paolo Puglisi una particolare mappa. Guardandola ci si accorge che è una riproduzione originale nel suo genere: è infatti la rappresentazione della città al momento del bombardamento del 1943. In essa vi sono segnati i luoghi colpiti. E’ il frutto di una donazione effettuata da alcuni privati al Comune di Palazzolo. Infatti il quadro è stato riprodotto in scala e regalato all’ente. la donazione è avvenuta nel 2017 in occasione del 4 novembre. Ed è una testimonianza a disposizione di tutti per ripensare a quel periodo e non dimenticare.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.
Guerra mondiale, Palazzolo ricorda i fatti del 1943 ultima modifica: 2019-07-12T09:00:37+02:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top