eventi

Zocco, uno studio su un palazzolese illustre

Evento Su Zocco a Palazzolo promosso da Archeoclub

Alla riscoperta del lavoro di Nicolino Zocco. E’ l’evento che si svolgerà sabato 23 novembre a Palazzolo. Una serata di storia, di memoria, di cultura. A promuoverla la sezione di Palazzolo dell’Archeoclub, nell’ambito degli incontri culturali organizzati durante l’anno. L’evento è poi realizzato in collaborazione con la neonata associazione Meraki. L’incontro sarà alle 18 nella Sala Verde del Comune di Palazzolo Acreide.

Via Nicolo Zocco
Uno scorcio di via Nicolò Zocco a Palazzolo

Zocco e la memoria storica

L’evento avrà come protagonisti gli studi del giovane catanese Vincenzo Zocco. E’ grazie alle sue ricerche che è stato riscoperto uno dei personaggi più illustri della Palazzolo Acreide moderna. Il giovane studioso ha avuto il piacere di “incontrare” sul suo cammino, Nicolò Zocco. Fu giurista palazzolese e fondatore dell’Accademia del Progresso, insieme ad altri personaggi storici palazzolesi, come il Barone Bibbía, Pietro Messina e Gaetano Italia. Accademia che ebbe, quale socio onorario, anche lo scrittore Alessandro Manzoni. La serata dal titolo “Palazzolo notizie storiche (1873)” sarà caratterizzata dalla conversazione con il curatore dell’opera Vincenzo Zocco, affidata a Concetta Caruso, presidente dell’Archeoclub di Palazzolo. Parteciperà anche Salvatore Greco, autore del libro “L’ascesa dei notabili – Politica e società a Palazzolo Acreide nell’Ottocento borbonico”.

Chi era Nicolò Zocco

Nicolò Zocco era un avvocato e si distinse per una profonda intelligenza e alte doti morali. Conservatore ma illuminato, capace di abbracciare studi differenti in campo giuridico, storico, filosofico e artistico.  Inoltre fu precursore della neoscolastica italiana, attraverso l’idealismo hegeliano. E poi fu portavoce della vera cristianità, contrapponendosi al materialismo razionalista e panteista. Insieme al Barone Bibbìa, a Pietro Messina e a Gaetano Italia, altri illustri palazzolesi fondò l’Accademia del Progresso nel 1868. La ricerca di Vincenzo Zocco lo ha portato a riscoprire una figura dal pensiero molto attuale. Il percorso accademico pone l’attenzione su un mondo culturale siciliano ancora, purtroppo, tutto da riscoprire.

Nicolò Zocco avvocato di Palazzolo di cui fu precettore Giuseppe D'Albergo
Un’immagine di archivio di Nicolò Zocco, di cui fu precettore Giuseppe D’Albergo

Le considerazioni su Zocco

E di Zocco avevamo già parlato in alcuni approfondimenti. Infatti da alcuni anni, ormai, non si parla uomini illustri palazzolesi del passato. E in particolare della tesi di Laurea al Dipartimento di Scienze politiche e sociali a Catania del giovane Vincenzo Zocco, nell’ambito del corso di laurea magistrale in  Storia e cultura dei paesi mediterranei. “La tesi su Nicolino – aveva detto Vincenzo – nasce da un’idea di ricerca incentrata sui personaggi storico/politici che hanno notevolmente interessato e reso onore alla Sicilia. Ho scoperto di avere oltre al cognome anche molti interessi accademici in comune e questo ha notevolmente sviluppato l’interesse nei suoi riguardi”.

La presentazione dell’associazione

La serata culturale sarà anche l’occasione per presentare la nuova associazione. Infatti in apertura, dopo il saluto istituzionale dell’Amministrazione Comunale, con il sindaco Salvatore Gallo, verrà presentata l’associazione culturale Meraki, di recente costituzione. Essa opera nell’ambito dell’arte, della cultura, del turismo e della creatività. Infatti Meraki ETS è un’associazione creativa, culturale e turistica. inoltre si occupa di promuovere e gestire attività legate al mondo dell’arte in tutte le sue forme, della cultura e del turismo.

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.
Zocco, uno studio su un palazzolese illustre ultima modifica: 2019-11-22T09:00:20+01:00 da Federica Puglisi

Commenti

To Top